Recensione | Cuore delicato lavare a mano - Simona Morani | Giunti

Cuore delicato lavare a mano - Simona Morani | Giunti
12.90€ | eBook 7.99€ | 160 pagine | Scheda del libro

Buongiorno lettori,
torno da voi con la recensione dell'ultimo libro letto a giugno, durante la settimana di vacanze. 
Si tratta di Cuore delicato lavare a mano di Simona Morani, edito Giunti. Fin dal primo contatto con questo titolo, l'avevo immaginato come una lettura tenera e fresca, e così si è rivelata.
La Rina è un'energica sessantenne che, nonostante i colpi inferti dalla vita, ha sempre trovato il coraggio di ricominciare. Dopo la morte del marito Osvaldo, armata di vernice e pennelli, ha rinnovato la vecchia lavanderia a secco trasformandola in una moderna e colorata lavanderia self-service, con tanto di distributori automatici e un piccolo angolo stireria di cui va molto orgogliosa. Al contrario della sorella Ada, che dopo essere rimasta vedova si è lasciata andare al vittimismo e alla malinconia, Rina non ha perso la voglia di vivere e di lottare.
E così quando un bel ragazzo, educato ed estroverso, appare nella sua attività con delle camicie da lavare e stirare, Rina ne subisce il fascino, rapita dalla grazia e dalle maniere gentili di Donato.
Rina riscoprirà le palpitazioni e gli imbarazzi delle infatuazioni giovanili, riscoprirà la voglia di sentirsi ancora bella e piacente, l'insistenza di un pensiero che si fa spazio nella routine quotidiana, strappandoti un sorriso sciocco. Ma la nostra protagonista dovrà anche scontrarsi con pregiudizi ancora ben radicati, di cui si faranno portatori la sorella Ada e il figlio Samuele che non riescono a vedere oltre la differenza di età e a non considerare ridicole le attenzione della donna verso un uomo che potrebbe essere suo figlio.
La Rina è una donna da cui ho imparato molto, una donna che ha commesso degli errori in passato, dettati forse da una mancanza di coraggio, e che tuttavia ha compreso che non è mai troppo tardi per ribellarsi e per iniziare a decidere da sé, senza cedere ai condizionamenti esterni, fossero anche quelli di una sorella o di un figlio.
Aveva capito che il segreto per essere felice era tenere il cuore in ascolto.
Perché per essere felici non è mai troppo tardi, e poco importa se il sentimento per Donato sarà ricambiato o meno, il suo cuore le ha dimostrato che è ancora in grado di battere, che è di nuovo pronto a mettersi in gioco e che ogni età sa regalare emozioni, basta approcciarsi alla vita con apertura e leggerezza, senza chiudere le porte alle infinite possibilità che potrebbe regalarci.
Una donna che ho adorato, che mi sarebbe piaciuto avere come vicina di casa, quella con cui fermarsi a chiacchierare sul pianerottolo o con la quale sorseggiare un caffè, una donna che riesce a prendere in mano una vita semplice - fatta di abiti da stirare e passeggiate al mercato del lunedì - e renderla piena, libera, anticonformista, proiettandola verso la felicità.
Tutto questo senza perdere la sua purezza, il rossore sulle guance, la capacità di indignarsi e di stupirsi, proprio come una bambina.
A completare il quadro una scrittura fresca e scorrevolissima, e le ambientazioni modenesi, un acquerello di colore sullo sfondo.
I miei complimenti a Simona Morani per essere riuscita a creare un personaggio così vero da far venir voglia di cercare con lo sguardo la lavanderia dalle pareti azzurre sotto i portici di Modena.
Un libro che profuma di panni stesi al sole, di semplicità e di sentimenti veri. Un invito a godere dell'unico tempo reale, l'unico in grado di farci sentire vivi: il presente.



Commenti

  1. Ciao Stefania! Quella di questo romanzo sembra una storia semplice ma comunque piacevole. Ne avevo già sentito parlare o ora sono ancora più incuriosita. Perché è anche una storia d'amore con se stessi, si è sempre in grado di provare certe emozioni.
    E poi anche la copertina comunica semplicità e freschezza 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra :) Confermo le tue sensazioni, se dovessi leggerla aspetto di conoscere la tua opinione! A presto!

      Elimina
  2. Ciao Stefy, hai descritto un romanzo delizioso.. la freschezza che traspare fa venire voglia di immergersi in questa storia ed entrare a far parte del mondo della protagonista :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede! :) E' un piccolo libro ma carico di positività e tenerezza. Un abbraccio

      Elimina
  3. Ciao Stefania come stai? La tua recensione mi ha incuriosita, lo segno per quei momenti in cui ho bisogno di qualcosa di fresco, carino e scorrevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa! Sto molto meglio, grazie :* La Rina penso ti piacerebbe! Un bacio

      Elimina
  4. Ciao!! Ti ho nominata nel Liebster Award https://ilrumore-dellepagine.blogspot.it/2017/07/liebster-award-2017.html#more

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari