Recensione | Agatha Raisin e i Camminatori di Dembley - M.C. Beaton | Astoria

Agatha Raisin e i Camminatori di Dembley - M.C. Beaton | Astoria
15.00€ | eBook 8.99€ | 208 pagine | Scheda del libro

Buongiorno lettori! In questa bella giornata di sole sono felice di parlarvi di un libro che si sposa alla perfezione con il clima tiepido di inizio giugno, che ispira voglia di leggerezza.
Agatha Raisin e i Camminatori di Dembley fa parte di una serie di gialli molto british firmati Astoria. Vi ho già parlato altre volte di questa serie, di cui ho recensito i primi tre volumi: Agatha Raisin e la quiche letale, Agatha Raisin e il veterinario crudele, Agatha Raisin e la giardiniera invasata.
Per chi ancora non la conoscesse, Agatha Raisin è una burbera cinquantenne, scontrosa, testarda e politicamente scorretta. Dopo una gloriosa carriera come PR presso un prestigioso studio di pubbliche relazioni londinesi, Agatha decide di investire tutti i suoi risparmi nell'acquisto di un cottage nel placido e pittoresco villaggio di Carsely. Proprio a Carsely, complici l'ozio e un vicino di casa affascinante, inizierà la sua "carriera" da detective dilettante.
In Agatha Raisin e i Camminatori di Dembley, troviamo la nostra protagonista di ritorno al villaggio, dopo una breve parentesi lavorativa a Londra.  Agatha ritorna a Carsely decisa a rimanerci, disgustata dalla vita e dal cibo londinesi, che hanno finito per appesantirla. Proprio col desiderio di rimettersi in forma decide di iscriversi ad un gruppo di camminatori che, in sua assenza, si è adunato a Carsely. Il fatto che il suo vicino di casa, l'affascinante colonnello in pensione James Lacey, sia il coordinatore del gruppo costituisce un innegabile incentivo. Con tempismo quasi perfetto proprio nell'ambiente dei camminatori, di lì a breve si registrerà un brutale omicidio. Agatha, con la preziosa collaborazione di James, si lancerà in una nuova indagine, determinata a scoprire la verità.
La vita era tornata ad essere, ancora una volta, piena di eccitazione e colore. Era a casa.
E al diavolo Londra!
Questo quarto volume della serie ha confermato la piacevolezza e la godibilità delle storie precedenti, con il valore aggiunto di aver introdotto una ventata di novità. Innanzitutto scopriamo un nuovo lato della nostra Agatha, meno bellicosa, più mansueta e rassegnata. Un'Agatha che si trova a fare i conti con i segni del tempo, senza uscirne vincitrice. Un'Agatha che, in preda allo sconforto, tira i remi in barca rinunciando alla conquista del bel James. Contro ogni previsione, sarà proprio questo atteggiamento remissivo a far ricredere James sulla sua vicina di casa, fino a quel momento percepita come una presenza minacciosa ed invadente. Avremo quindi delle evoluzioni nel loro rapporto ma non solo. In questo quarto volume l'autrice decide di dedicare più spazio ai personaggi secondari, conferendo alla vicenda dei camminatori maggiore spessore.
I libri della Beaton mi regalano un piacere quasi infantile, sapere che per la durata della storia la mia mente si svuoterà da tutti i pensieri per dedicarsi alle peripezie di Agatha, alle sue schermaglie amorose con James, alle bassezze di cui la nostra protagonista si macchierà, nei pensieri e nelle azioni, mi infonde puntualmente una carica di buonumore.
Mi ripeterò sicuramente, ma Agatha è adorabile, il suo essere meschina e chiassosa, nascondendo una natura fragile e sentimentale, obbligano il lettore a fare il tifo per lei.
L'epilogo, pregno di sorprese e di guai annunciati, mi ha lasciato addosso una bella dose di curiosità che soddisferò presto gustando la prossima avventura di Agatha.
Una serie che continuerò a consigliarvi e che si rivelerà perfetta per andare incontro alla voglia di sorrisi e leggerezza della stagione estiva.




Commenti

  1. Hai proprio ragione Stefania, la Beaton sa essere leggera, divertente e rilassante, e Agatha è un personaggio davvero ben riuscito! Mi hai fatto venire voglia di continuare con la serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia :) Tu a quale volume sei? Sapere di averne ancora tanti da leggere mi conforta, ci sono dei momenti in cui ho proprio bisogno di fare un salto a Carsely! :D Baci

      Elimina
    2. Ho letto solo i primi due... devo farne di strada ancora! ;-)

      Elimina
    3. Ci terremo compagnia nel tragitto ;)

      Elimina
    4. Grazie di avermela fatta scoprire non conoscevo quest'autrice la metto subito in lista

      Elimina
    5. Grazie a te per essere passata, Patrizia! Vedrai che Agatha, con le sue debolezze e i suoi difetti, conquisterà anche te :)

      Elimina
    6. HAI BISOGNO DI PRESTITO ? CONTATTACI: prestitovlcal@gmail.com

      Offerta di Prestito disponibili per chi hanno bisogno di soldi urgentemente per finanziamento di progetti, o bisogno di prestito personale.

      Un prestito che facilita la vita, semplice e veloce, per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo:

      prestitovlcal@gmail.com

      Distinti saluti




















































      HAI BISOGNO DI PRESTITO ? CONTATTACI: prestitovlcal@gmail.com

      Offerta di Prestito disponibili per chi hanno bisogno di soldi urgentemente per finanziamento di progetti, o bisogno di prestito personale.

      Un prestito che facilita la vita, semplice e veloce, per informazioni recapiti via mail a questo indirizzo:

      prestitovlcal@gmail.com

      Distinti saluti

      Elimina
  2. Quando incontro una delle tue recensioni riguardanti Agatha scatta automaticamente il sorriso :-)
    Se poi arriva mentre preparo i bagagli di mio figlio che a breve partirà per Londra, mi faccio una grassa risata pensando a quanto è vario il mondo, c'è chi fugge e chi va.
    Ormai Agatha mi sembra di conoscerla attraverso i tuoi occhi, devo proprio decidermi a partire per...Carsely!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari