#55 Top Five: Cinque, controverse, pratiche da lettori

Rubrica ideata da me, in cui stilerò un elenco di 5 elementi appartenenti all'universo libresco,
in base alla tematica della settimana.



Buongiorno, lettori!
Un altro freddo fine settimana è alle porte, anche voi vi immaginate al calduccio con plaid, tazza e libro? Vi capisco bene. E, come ogni venerdì che si rispetti, ecco la Top Five. Non vedo l'ora di sapere quante e quali di queste pratiche mettete in atto!


Cinque, controverse, pratiche da lettori


1. Sottolineare le frasi che colpiscono
Anche voi siete tra quelli che leggono con matita alla mano? Io sempre! Ho l'abitudine di sottolineare le frasi che vorrei ricordare, trascrivere o ritrovare quando magari a distanza di tempo mi capiterà di riaprire quello stesso libro. 



2. Fare le orecchie all'angolo della pagina
Questa è una pratica che non mi appartiene, preferisco di gran lunga i segnalibri, anche se ammetto che qualche volta è successo. Sepolta tra le coperte, segnalibro smarrito e troppo sonno per alzarmi a cercarlo. Ma si tratta pur sempre di situazioni estreme.




3. Togliere la sovracopertina
Qui la faccenda inizia a farsi interessante e occorre una risposta secca. Davanti ad un libro rilegato siete tra i lettori "senza veli" che prima di iniziare a leggere tolgono la sovracopertina e la adagiano in un angolo chenonsiamaisistropiccia? Oppure tra quelli pudichi a cui piace che il libro rimanga integro e protetto dalla sua cover? Io appartengo al primo schieramento. Maneggio la sovracopertina con la stessa cura che riserverei ad un paramento sacro.

4. Posare il libro aperto per non perdere il segno
Anche qui ci sono due correnti di pensiero. Quelli che quando squilla il telefono corrono a rispondere poggiando il libro sul tavolo per non smarrire il segno. E quelli che Orrore! Orrore! Così si fanno le righe sul dorso! Io mi schiero nel secondo gruppo, per cui se non dovessi rispondere al telefono sappiate che sono alla ricerca del segnalibro perduto.


5. Leggere la quarta di copertina
Ultima, ma sostanziale differenza, quella tra i lettori che leggono la quarta di copertina senza timore, curiosi di avere più informazioni possibili sul libro che hanno davanti, e i lettori che invece se ne guardano bene, certi che in trenta righe o poco più l'editore riuscirà a svelargli l'intero libro. Io me ne pento spessissimo, ma raramente acquisto senza aver letto la trama (sebbene siano capitati colpi di fulmine con conseguenti acquisti a scatola chiusa). E voi siete cauti o curiosi?




Ovviamente adesso sono curiosissima di sapere!
Mettete in atto una o più di queste pratiche?






Commenti

  1. Adoro questa rubrica del venerdì ^_^
    noi lettori compulsivi siamo tutti molto simili!! Anch'io leggo con la matita alla mano pronta a sottolineare le parti che mi colpiscono maggiormente e poi le trascrivo su un file word che contiene tutte le mie citazioni preferite!
    Le orecchie all'angolo della pagine non le amo molto, e anch'io le faccio solo in casi estremi e molto rari!
    La cover la tolgo sempre, non si sa mai che poi si rovini ;)
    Per quanto riguarda il punto 4 io sono tra quelli che appoggiano il libro aperto per non perdere il segno.
    La trama dei romanzi in genere la leggo perchè compro talmente tanti libri che non posso permettermi di non leggerla attentamente e capire se il romanzo mi può piacere o meno. Però quando esce un romanzo di uno dei miei autori preferiti, in quel caso non la leggo mi piace l'effetto sorpresa totale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Frency *-*
      vedo che ci ritroviamo in tante cose!! :)

      Elimina
  2. Alloooooraaa... io raramente sottolineo, anche perché spesso leggo libri presi in biblioteca, ma comunque non ho proprio l'abitudine, a meno che sia un libro di un autore che adoro, allora sì :-)
    Per quanto riguarda le orecchie, potrei uccidere chiunque le facesse su un mio libro, sono intransigente su questo punto!
    Sul punto 3 faccio parte dei lettori "pudichi": anche se la sovraccopertina sguscia da tutte le parti non ce la faccio a toglierla. Anch'io non giro mai il libro aperto per tenere il segno, ho sempre il segnalibro a portata di mano, fosse anche solo per grattarmi il naso! E infine la quarta di copertina, la leggo sempre, mi piace sapere cosa aspettarmi anche se alle volte le sinossi sono fuorvianti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che una volta, una persona a cui ho prestato un libro (quando ancora li prestavo) lo ha sottolineato a penna :O orrore degli orrori!!

      Elimina
  3. Ciaooo, l'unica cosa che faccio fra quelle elencate è l'ultima, leggo sempre la quarta di copertina, prima di comprare un libro voglio sapere di cosa parla. Non sottolineo con la matita ma appiccico dei post-it piccolini, quelli metà trasparenti e metà colorati, non mi viene come si chiamano, odio le orecchie, non lascio il libro aperto altrimenti si rovina ma tengo la sovracopertina, mi piace vedere la cover colorata, io delle cover mi innamoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi, eccetto l'ultima, sono tutte pratiche ripudiate dalla mia libropatica! :D

      Elimina
  4. Se il libro è mio sottolineo, scrivo e utilizzo post it. Inoltre lo lascio aperto in ogni dove, ma non faccio le orecchie e non tolgo la sovracopertina. Leggo sempre la quarta di copertina e se ha più di 200 pagine e non riesco a finirlo in una giornata leggo pure la fine, che la vita è breve e non si sa mai...meglio non avere questioni aperte e sbirciare pure come si chiude la storia.
    Ovviamente se sono gialli cerco di resistere...o di leggerli velocemente.
    ciao da lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah troppo curiosa quest'abitudine di leggere la fine! ho trovato qualcuno più impaziente di me :)

      Elimina
  5. Ciao Stefania!
    mmmhh allora io sono una che a volte fa orecchiette antipatiche sui libri, ma lo faccio solo quando non ho a disposizione i miei post it colorati, con cui segno le pagine che contengono le frasi che voglio ricordare, e che poi trascrivo. La sovracopertina non la levo mai, perché mi sembra di togliere personalità al libro (sono malata, lo so. Il libro aperto a testa in giù non lo lascio mai che si rivina!! A parte rare casualità ma devo essere veramente in una situazione di impedimento totale. E la quarta di copertina sì, la sbircio sempre.
    Alla prossima!
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha tranquilla, qui - in un modo o nell'altro - siamo tutti librescamente malati!

      Elimina
  6. Ciao! Io personalmente sono molto affezionata ai libri, quindi non se ne parla proprio di sottolinearli o fare orecchie alle pagine, quindi si tolgo la sovracoperta e la maneggio con cura. Per assurdo non mi sono mai preoccupata delle righe sul dorso, perché non credo siano quei 2 minuti a farle comparire; quindi si a volte lo appoggio rivolto verso sotto per poi cercare il segnalibro.
    Per quel che riguarda la quinta, riflettendoci non credo di aver mai comprato un libro senza averne prima letto la trama, anche perché credo avrei fatto degli errori giganteschi. Ad esempio quando uscì 50 sfumature di grigio, la copertina aveva una maschera disegnata, io adoro Venezia, e io ero convinta parlasse di Venezia e fosse un giallo, leggendo la trama ho scoperto che non era proprio così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. confermo, io a volte l'ho fatto - totalmente rapita dal titolo e dalla cover - e ho preso enormi fregature :/

      Elimina
  7. Buongiorno!:) Bellissima questa Top Five! *.*
    Io non leggo con la matita alla mano preferisco appuntarmi su un foglio le frasi che piú mi colpiscono, per alcune, poi, mi piace anche scliverle sul muro della mia camera: a mio padre é venuto un colpo quando ha visto tutte quelle scritte sul muro!;) Preferisco di gran lunga i segnalibri, utili anche da tenere in mano quando sono immersa in un libro che mi ha preso particolarmente: ho bisogno di qualcosa da tormentare durante la lettura; faccio parte di quei lettori che tolgono sempre le copertine: le amo troppo per permettere che si stropiccino! Lascio spesso il libro aperto per tenere il segno anche se dipende, infatti se trovo subito il segnalibro, e non l'ho lasciato in giro per la casa, preferisco usare quello; non amo leggere la trama, infatti la leggo solo se necessario, molto spesso riesco a capire se il libro mi potrebbe piacere o no già dalla copertina e dal titolo! :)
    Io ho anche un' altra pratica: mentre leggo cambio spesso posizione e a volte cammino per la casa... Sono l'unica?:)
    Buona giornata!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ele! :) le pareti della tua stanza saranno meravigliose *-*
      non sei assolutamente l'unica a cambiare posizione o a camminare, mio marito ogni tanto mi dice che sembro posseduta xD

      Elimina
  8. OHMMIODDIO NO, NO e assolutamente NO!!!
    Al solo pensiero di sottolineare o fare orecchie a uno dei miei libri mi sento male!
    Molto spesso non leggo nemmeno la quarta di copertina, ma mi faccio fregare da tutto il resto e compro libri al buio ahahahahhaah
    Insomma, io rientro sono nella terza e quarta categoria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'istinto non è sempre affidabile purtroppo e anche a me è capitato di prendere delle fregature, anche se a volte leggere la quarta di copertina si è rivelato altrettanto deleterio e fuorviante xD

      Elimina
  9. Ciao Stefania! Io adoro il libro, per me è un amico carissimo a cui non farei mai del male. Quindi non sottolineo mai le frasi che mi piacciono ma utilizzo i foglietti colorati su cui riporto il passaggio che mi ha colpito. Triplo orrore per le orecchiette, le pagine devono rimanere perfettamente lisce. La sovracopertina è la prima cosa che tolgo e la conservo in un luogo al riparo da mani maldestre. Il segnalibro è sempre vicino a me pronto a fare il suo dovere in caso di necessità. Per quanto riguarda l'ultimo punto, devo dire che sono una lettrice che si lascia guidare, spesso, dall'impulso. Acquisto i libri che mi ispirano, a volte conosco già la trama, a volte mi lascio conquistare da cover che attirano la mia attenzione. Mi è capitato anche di prendere dei libri senza conoscere l'autore e tantomeno la trama. Mi piace il salto nel buio senza rete e senza leggere la quarta di copertina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao aquila :) quando saltando nel buio si incrocia un libro bello è una meravigliosa sorpresa!

      Elimina
  10. Bene bene bene. Le cose si fanno serie.
    Togliamoci subito il dente: almeno una volta mi sono cimentata in tutte e cinque le pratiche e diciamo anche il punto 5, sempre, assolutamente, improrogabilmente, perché sì fino a qualche anno fa mi consideravo una lettrice cauta, ma dopo aver sventatamente comprato "Amore, zucchero e cannella", ho deciso di fare della cautela un superpotere.
    1, sottolineare: prima avevo orrore di sverginare la pagina anche con il lieve segno della matita, ma dopo aver letto "I miserabili" mi sono convertita. In ogni caso sottolineo solo quelle frasi che proprio sento mie.
    2, le orecchie: giuro di dire la verità, ebbene sì una volta o due ci scappa, ma piccola piccola eh, così il danno non è irreparabile.
    3, trattamento per la sovraccoperta: fino a qualche anno fa non mi passava neanche per la testa di farlo, adesso sì, molto più comodo e indolore. E poi ci sono casi in cui sotto la sovraccoperta si celano delle copertine rigide fantasiose (beh sì, sto pensando alla saga di "Fairy Oak" di Elisabetta Gnone).
    4, posare il libro aperto: ho fatto anche questo qualche volta, cause di forza maggiore ovviamente, ma mai per più di un paio di minuti e mai mai MAI senza poi lisciarlo con amorevole cura, se la copertina è morbida.
    Insomma il punto fondamentale è che ogni lettore manifesta il proprio amore per i libri con un trattamento diverso, in qualche modo unico, anche se si tratta degli stessi gesti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaha non comprerò Amore, zucchero e cannella: messaggio ricevuto xD
      hai proprio ragione, ogni lettore ha un suo modo di amare i libri, proprio come le persone ;) grazie per essere passata :*

      Elimina
  11. Io non tratto i libri come dei pezzi da museo, li voglio "vivere" e infatti adoro comprare i libri usati!! Questo non significa però che li debba maltrattare: per esempio ho sottolineato pochissimi libri (invece con l'eReader sono una evidenziatrice compulsiva), per ricordarmi una frase ci faccio una orecchietta superminuscola che praticamente noto solo ioe poi mi premuro di ristirarla bene!! ;-)
    La sovraccopertina tendo a lasciarla, a meno che non sia di quelle che scivolano a ogni movimento e mi innervosiscono. Ammetto che talvolta uso la "ala" della sovraccopertina come segnalibro di fortuna!!
    Il libro aperto invece non è una cosa che amo, la faccio solo coi fumetti di Topolino, che reggono bene la piegatura (se lo facessi ai Nathan Never del mio ragazzo probabilmente mi strozzerebbe!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ho dimenticato la quarta di copertina: solitamente se è breve e non ho fretta la leggo, se invece è lunga potrebbe nascondere degli spoiler e magari evito!! Talvolta compro il libro che mi ha colpito anche se la trama non mi ispira, non resisto ai colpi di fulmine!!

      Elimina
    2. aspettavo di conoscere i tuoi rituali!! *-* ♥
      anch'io uso l'aletta come segnalibro, ma solo se sono alle prime pagine :D

      Elimina
  12. Niente matita ma mini post it colorati per segnare le pagine con le frasi che voi ricordare. Poi le riporto nel mio qaudernino ed i post it li riutilizzo pure!
    La sovracopertina a volte la tolgo a volte no: dipende se leggo a casa o il libro me lo porto in giro nelle borse.
    Mai orecchie o lasciare il libro aperto capovolto...anche se non ho il segnalibro a portato di mano riesco sempre a trovare qualcosa per non perdere il segno!
    La quarta di copertina la leggo spesso, quasi sempre!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'idea dei post-it mi stuzzica, sarebbe utile in particolare per quei libri belli belli, dove c'è molto da sottolineare :) grazie per essere passata, Erica ^-^

      Elimina
  13. Ciaooo Stefania.. ancora una volta mi riconosco in queste pratiche, ma non tutte.. eheheh ;) Ad esempio la prima non mi appartiene, solitamente utilizzo piccoli post-it colorati e poi a fine letture ricopio le citazioni che ho amato sull'apposita sezione di anobbi "note", così me le ritrovo tutte sistemate pronte ad essere rilette o ripescate ;) La sovracopertina la tolgo sempre ;) La trama e tutto ciò che ricopre ogni facciata del libro la leggo e rileggo più volte prima di iniziare qualsiasi lettura, è quasi un rituale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è bello ritrovarsi tutte le frasi annotate in una sezione apposita *-* io sono troppo pigra per farlo >.< ma è una bellissima idea!

      Elimina
  14. Dunque dunque... vediamo un po'... le orecchie alle pagine ogni tanto le faccio anche se ultimamente ho sostituito questa pratica con dei post it colorati sottili e carinissimi.
    Sottolineare no, non l'ho mai fatto.
    Togliere la sovracopertina non sempre. Qualche volta si qualche volta no... non so dirti da cosa dipenda.
    Lasciare il libro appoggiato aperto per non perdere il segno di rado perchè ho un sacco di segnalibri che tengo in ogni angolino di casa per ogni evenienza.
    La quarta di copertina... anche qui dipende (non so da cosa) a volte la leggo a volte no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io ho la casa disseminata di segnalibri >.<

      Elimina
  15. Io le orecchie ai libri PROPRIO NO! Per quanto riguarda il sottolineare, dipende da come mi prende... una cosa che, invece, faccio sempre è quella di togliere la sovaccopertina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io è la prima cosa che faccio prima di iniziare un rilegato, soprattutto se so di doverlo portare in borsa! :)

      Elimina
  16. 1. Orrore. Io non sottolineo i libri di lettura. Libro + penna + quadernino: leggo e nel caso riscrivo la citazione.
    2. Mai e poi mai farei un'orecchia su una pagina. Giuro che non l'ho mai fatto, manco pensato.
    3. La sovra copertina si leva, viene riposta in un sacrario e ritorna al suo posto solo quando il libro è terminato.
    4. Di solito metto il segnalibro ma qualche volta lo appoggio aperto, di solito quando deve starci per poco tempo o se è una cosa improvvisa.
    5. Leggo sempre la quarta di copertina. Leggo la seconda, la terza e la quarta di copertina...leggo tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io voglio il sacrario per la sovracopertina xD in genere la ripongo in un angolo vuoto della libreria, ma adesso dovrò cambiare posto visto che mia figlia duenne l'ha scoperto :P

      Elimina
  17. Sempre matita alla mano, ma io non sottolineo a dire il vero, faccio un puntino a bordo pagina e segno su un foglio, che resterà per sempre tra le pagine, dove scrivo appunti per la recensione o pensieri che voglio ricordare.
    Non faccio mai le orecchie e la non tolgo mai sovracopertina, i libri nudi non mi piacciono.
    Quando ripongo un libro lo chiudo, adoro i segnalibri e mi piace vederli spuntare. La quarta di copertina? Solo qualche accenno, a volte svelano troppo! Bacio tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me piace un sacco vedere i segnalibri fuoriuscire *-* è come infondere vita alle pagine! baciiii ♥

      Elimina
  18. adesso faccio il guastafeste: io le prime quattro cattive abitudini le ho brillantemente risolte... con un kindle ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaahha anch'io quando leggo con l'ereader non mi pongo il problema, ma come si fa a sostituire completamente la carta? :)

      Elimina
    2. ;) eh già, anche perché come si fa altrimenti a leggere la quarta di copertina? ;)

      Elimina
  19. Mi piace molto questa rubrica!
    Non sottolineerei mai un libro (già per quelli da studiare facevo fatica, e solo con matita leggerissima), mi sto concedendo questa libertà solo con gli ebook.
    Tolgo la sovracopertina solo per sapere cosa c'è sotto, per poi tenerla durante la lettura, e leggo per intero la quarta di copertina esclusivamente al termine della lettura.

    RispondiElimina
  20. Ahah, ottime osservazioni! Chi non l'ha mai fatto almeno una volta?
    Una volta sottolineavo le frasi, ma poi ho smesso perché un po' mi dispiaceva scarabocchiare il libro. Adesso me le scrivo in un quadernino, per ricordarle e poterle rileggere quando mi va. Questo ovviamente fa sì che io vada sempre in giro con un libro, un quaderno e un astuccio, oltre che tutte le altre cose che le ragazze portano nelle borse e che serviranno giusto in caso di apocalisse zombie - e forse nemmeno per quella.
    Altra cosa che faccio è togliere la sovraccoperta, ma non perché ho paura che si rovini, perché mi infastidisce! xD

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari