Novità editoriali di dicembre.




Buongiorno lettori!
Oggi vi propongo alcune chicche editoriali di dicembre, in rigoroso tema natalizio.
In più voglio segnalarvi due libri interessanti, pubblicati in formato digitale, che da questo mese sono anche in edizione cartacea.

Scambio di regali nella casa di ringhiera - Francesco Recami
Sellerio - eBook 1,99 € - 50 pagine

È un Natale insolito a Milano, fa caldo, piove e pare settembre, con temperature ben al di sopra delle medie stagionali, «probabilmente risultato del riscaldamento globale del pianeta, almeno così si diceva in tutti i bar, nelle mense aziendali e nelle sale d’attesa ambulatoriali». Anche nella casa di ringhiera si mormora parecchio, e l’atmosfera è strana, non lascia presagire nulla di buono.
La signora Angela Mattioli per Natale ama regalare libri, che vengano letti o meno, perché è convinta che non vi sia persona «che non si possa portare dalla parte dei lettori». Il tappezziere in pensione e detective dilettante Amedeo Consonni, a lei legato senza sotterfugi visto che la signora è divorziata e lui vedovo, deve trovarle a sua volta un regalo. Di certo non è il suo forte, e la cosa lo inquieta anche un po’. Come se non bastasse il giorno della vigilia, a casa sua, si terrà una festicciola, per fortuna senza troppe pretese: un piccolo rinfresco, un brindisi con scambio di doni. Quello che si chiama un modo semplice per augurarsi Buon Natale.
E invece non esistono cose semplici, nella casa di ringhiera. Tanto meno nei giorni di festa.


Il sapore del Natale - Andrea Vitali
Garzanti - eBook 1,99 € - 32 pagine

Americo Rigazzi non ha un minuto da perdere. Mancano poche ore a Natale, e i tre capponi che aveva allevato per il pranzo della festa sono spariti. Rubati. Lui sa da chi, e sospetta anche dove il malfattore li tenga. Se i carabinieri si spicciassero, farebbe in tempo a recuperarli, perché altrimenti va a finire che se li mangia qualcun altro e addio. Per questo è lì, in caserma, a chiedere che gli diano retta. Sua moglie non è tipo da sentire ragioni: a Natale, in tavola, ci vogliono i capponi. Punto. Ma le cose non vanno lisce come il Rigazzi vorrebbe. Non è che uno può pretendere di dare ordini ai carabinieri. E poi è Natale anche in caserma, o no? 
Con l’abilità nel tratteggiare storie e personaggi che restano nel cuore dei lettori, Andrea Vitali allieta il nostro Natale con un racconto che condisce di sana ironia la festa dei buoni sentimenti. L’arguzia spesso è più efficace del rigore della legge, e un buon stratagemma distribuisce a ciascuno il suo, senza tanti orpelli. Perché il sapore del Natale non è uguale per tutti, e non è detto che sia quello che ognuno si aspetta. 
I proventi della vendita del Sapore del Natale saranno devoluti in beneficenza alla Comunità Riabilitativa Alta assistenza di Piario (Bg).


Due incredibili storie di Natale - Loredana Limone
Sarnus - 6,00 € -  64  pagine - Età di lettura: dai 5 anni

Corinna è una bambina molto curiosa, e quando riceve la visita di Babbo Natale decide di nascondersi dentro il suo sacco dei regali. Finirà così per arrivare fino al Polo Nord: riuscirà a tornare a casa?
Come farà invece la Befana a volare e portare il carbone ai bambini cattivi, dopo che due ladruncoli le hanno rubato la scopa?
Due piccole storie da leggere sotto l’albero per passare un Natale più magico e divertente che mai.




Genesis Publishing - 11,60 € -  240  pagine 

“Come petali sulla neve recisi dallo stesso fiore, sospinti da un impetuoso vento in remoti luoghi, ad appassir lontani.” Il giorno in cui scrive questi versi, Philip Shannon sente di aver perso le poche certezze racimolate nella sua vita apolide. È seduto dietro una finestra con il cuore affranto e lo sguardo fisso sull’ultima neve di marzo. La sua storia è iniziata soltanto pochi mesi prima, dietro un altro vetro, freddo e umido, a migliaia di chilometri di distanza. Una pioggia insistente, quel giorno, sferzava le strade dove raramente si era avventurato nei suoi lunghi anni trascorsi all’Istituto per orfanelli S. Vincent, in Irlanda del Nord. La sua esistenza è una landa desolata dove la neve si è posata così a lungo e il freddo è tale da cristallizzare il passato, come nella fotografia che ha accidentalmente ritrovato nell’archivio dell’Istituto: l’immagine di due bambini troppo simili e la certezza che uno dei due sia proprio lui è tutto ciò che ha. Oltre il vetro e la pioggia, esiste qualcuno che è parte della famiglia che non ha mai avuto; qualcuno con il suo stesso aspetto; qualcuno a cui lui appartiene e che gli appartiene. Un viaggio a ritroso, tra molte ombre e pochissime luci, sembra destinato a concludersi in un vicolo cieco, ma la sensazione che qualcuno abbia voluto chiudere a doppia mandata ogni uscio che si affacci sulla verità è più forte. Adesso Philip è in Inghilterra, dove l’hanno condotto i pochi indizi in suo possesso; ha nuovi amici ma anche più grandi amarezze, perché nulla è andato come si augurava. Una resa può essere la migliore delle soluzioni se si tenta di scalare un muro inespugnabile di menzogne e si è costretti a farlo a mani nude, questo Philip lo sa bene il giorno in cui paragona la propria vita e quella del suo gemello ai petali di un fiore disfatto dall’impeto di una tormenta avvenuta oltre vent’anni prima e destinati forse a perdersi per sempre. Un amore malato e un nuovo inverno, porteranno le risposte.


Self publishing - 13,00 € -  242  pagine - Racconti

Nessuna linea guida da rincorrere, nessun cartello che ci dica “Stop” o “Avanti”. È tutta una partita da giocare sui sentimenti e sugli addii a bocche serrate. L’amore è questo: incomprensibile accidente che si risolve, come un enigma, mano a mano che ci si lascia cullare dalla sua inafferrabilità. Non sono dei veri e propri racconti, ma in Il lieto fine è dispari di Fabio Pinna c’è tutta la trama della vita, che, appunto, è amore. Amore dolce, amore doloroso, amore acerbo. Uno zibaldone di pensieri della modernità che ci conduce attraverso un viaggio fatto di Pari e Dispari, di appuntamenti mancati, di baci rubati, non dati ma conservati, e di carezza al veleno. Una raccolta intensa e scritta con audacia e con coraggio. Il coraggio di guardarci da fuori e soprattutto di guardarsi dentro.



E adesso ditemi cosa ne pensate di queste pubblicazioni,
c'è qualcosa che vi incuriosisce?



Commenti

  1. Consiglio Come petali sulla neve, è un bel libro! Intanto io leggerei tutte e tre le storie di Natale...

    RispondiElimina
  2. Adoro Recami e la sua casa di ringhiera... ma sai se farà anche parte di una raccolta di racconti, come fanno di solito alla Sellerio? Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh Nadia, io non lo conoscevo, allora devo leggerlo! questo racconto fa parte di una raccolta del 2013 [antologia Regalo di Natale, pubblicata nella collana «La memoria»]...quest'anno gli hanno dato la veste digitale :)

      Elimina
  3. L'unico che conosco è "Come petali sulla neve", un libro emozionante e ben scritto, te lo consiglio!!

    RispondiElimina
  4. Il libro di Antonella è bellissimoooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho sentito solo pareri positivi su questo libro :)

      Elimina
  5. IL PRIMO MI ISPIRA TANTISSIMO!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  6. Mi ispira molto il romanzo di Antonella Iuliano *-* Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Ho scaricato e letto anche io quello di Vitali, in parte anche per il fatto dei proventi in beneficienza. Molto carino, perfetto per il periodo.
    Come lettura natalizia moooooolto leggera sto leggendo "Natale da Carrington", spudoratamente chick-lit, ma ogni tanto ci sta :-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari