Recensione 'Un raggio di sole tra le nuvole' di Sarah McCoy

Titolo: Un raggio di sole tra le nuvole
Autore: Sarah McCoy
Editore: Nord
Pagine: 420
Genere: romanzi stranieri
Prezzo: 16,60 €
eBook: 8,99 €
Store Online: link


Nota sull'autrice
Figlia di un ufficiale dell’esercito americano, Sarah McCoy ha trascorso l’infanzia in Germania ed è tornata negli Stati Uniti, in Virginia, quando aveva tredici anni. Adesso vive a El Paso, in Texas, dove insegna letteratura inglese all’università.


Eden e Jack sono una coppia felice e innamorata. Finché il desiderio di avere un bambino, i tentativi di fecondazione falliti, le cure ormonali a cui Eden si sottopone, uniti alle speranze puntualmente disattese e alle derivanti difficoltà economiche, non incrinano il loro rapporto.  Eden sente che il  matrimonio è ormai giunto al capolinea, schiacciato da una dolorosa routine e privato di qualunque linfa vitale.
Jack peggiora le cose adottando un cucciolo, gesto che Eden interpreta come il tentativo di riempire il vuoto che un figlio avrebbe dovuto colmare. Eppure, quel gesto cambierà ogni cosa. Insieme al dolcissimo Cricket arriverà Cleo, un'inarrestabile e disarmante undicenne che, assunta come dog sitter,  riuscirà a portare alla luce emozioni e sentimenti nascosti.
Un raggio di sole tra le nuvole è la storia di un amore soffocato da esperienze dolorose, di una fiamma bagnata da delusioni quotidiane. Jack ed Eden non riescono ad avere un bambino e dopo due aborti e anni di tentativi hanno ormai perso di vista il loro amore, completamente assorbiti dal dolore di non poter diventare genitori. 
Jack era seduto per terra, con la testa appoggiata al muro e la bocca aperta. Lei gli aveva posato una mano sul mento per svegliarlo, e lui si era rialzato con movimenti assonnati.
«Il bambino non c'è più. Non parliamone.»
Lui aveva a
nnuito e aveva teso le braccia per stringerla a sé, ma lei era arretrata di due passi calpestando coi piedi nudi le goccioline sul pavimento. Il dolore era troppo acuto, la compassione di Jack era come acqua ossigenata su una ferita aperta: per quanto potesse favorire la guarigione, Eden non avrebbe retto.
Anche il trasferimento in una nuova casa, nella cittadina di New Charlestown, sembra non migliorare le cose. Ma forse non tutto è perduto e proprio quel luogo potrebbe riservare una nuova, preziosa, occasione.
All'inizio della lettura, ingannata forse dalla cover pastello, mi aspettavo di trovare una storia più frivola, meno consistente, questo libro mi ha invece piacevolmente sorpreso. Molti ingredienti vanno ad arricchire una trama intessuta di emozioni.
Due le protagoniste femminili del romanzo: Eden e Sarah. Oltre un secolo separa le due donne ma qualcosa di più grande le unisce: la dolorosa consapevolezza di non poter donare la vita. I capitoli si alternano, Eden e Sarah si passano il testimone della narrazione, facendo luce sulle loro esistenze, sui loro sogni, sulle loro personalità diverse eppure simili. 
Ho apprezzato molto i capitoli ambientati nel passato, resi con una perfetta ricostruzione storica. Tematiche forti emergono dalle pagine: la guerra di secessione, lo schiavismo, gli abolizionisti, le lotte per la libertà, la solidarietà, il ruolo delle donne. E Sarah si colloca su questo sfondo come una nota fuori dal coro, una donna che vuole lottare in prima linea per la causa in cui crede, rifiutando il ruolo di comparsa al quale l'universo femminile sarebbe relegato.
A portare alla luce la storia di Sarah ci penserà Cleo, una ragazzina saggia e curiosa che entrerà nella vita di Eden con la forza di un tornado e la leggerezza di una brezza estiva. Nonostante non abbia avuto una vita facile, o forse proprio per questo, Cleo avrà molto da insegnarle, così come il piccolo Cricket, che mi ha commosso, per quell'amore incondizionato e gratuito che solo gli animali sanno donare. Lo stile è curato, e fa trapelare la grande sensibilità dell'autrice. 
Una storia che, dopo qualche difficoltà iniziale nel cogliere l'alternanza di voci, mi ha completamente assorbito. Ciò che emerge tra le pagine è un messaggio che scalda il cuore, su cui tutti dovremmo riflettere e, se già lo facciamo, dovremmo rifletterci di più: non si può trascorrere la vita concentrandosi su ciò che non si possiede, su quello che ci è negato, dobbiamo plasmare il quadro migliore possibile con i colori a nostra disposizione. Quando faremo un passo indietro per osservare la tela, il risultato senza dubbio ci stupirà.







Commenti

  1. Sembra una storia molto intensa, non mi ero mai soffermata a leggere la trama ma dopo aver letto la tua recensione ci faccio un pensierino! ;)

    RispondiElimina
  2. Lo voglio più o meno da quando è uscito, solo che non è capitata l'opportunità. Spero di leggerlo presto, complimenti per la recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Cecilia :) fammi sapere quando riuscirai a leggerlo!

      Elimina
  3. Dalla tua recensione ci si rende conto dello stato emotivo in cui sei stata trascinata leggendolo... Sembra interessante!

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania, che piacere è stato per te scrivere questa bella recensione? Mi rispondo da sola...TANTO perché si legge e traspare da ogni frase. E' un libro intenso eh e penso che per qualche tempo ti accompagnerà ancora...
    Appena posso lo cerco perché il tuo compito è compiuto. mi hai creato interesse per questo libro!
    Ciaooooo meravigliosa Annusalibri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione, Laura! è davvero un piacere parlare dei libri che ci hanno emozionato :*

      Elimina
  5. Ciao cara Stefania, come sempre hai destato la mia curiosità verso un romanzo che non conoscevo. Mi piace leggere le tue recensioni, sempre curate e ricche di emozioni, traspare l'amore per la lettura e la voglia di comunicare le tue sensazioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bel pensiero, aquila...sapere di riuscire a trasmettere un pizzico delle emozioni che provo leggendo, mi riempie di gioia *-* grazie!!

      Elimina
  6. Questo libro mi ha colpito molto già dalla trama. Poi io sono un'amante delle storie al femminile, con protagoniste forti e capaci di rialzarsi nonostante le difficoltà.
    Entra direttamente in wishlist ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che in tal caso ti piacerà sicuramente! ^-^

      Elimina
  7. Rieccomi a commentarti dopo aver letto il libro. Bello davvero. Scritto molto bene e con i tempi giusti. Gli stacchi fra le due storie è magistrale e ti spinge a leggere, trascinata da un capitolo all'altro. Due libri in uno quasi. Confesso che la storia di Sarah mi ha affascinata e quando ho visto la sua foto nelle note ho avuto un brivido.
    libro stupendo e ovviamente nel mio blog è entrato subito subito.
    grazie per il consiglio.

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari