Recensione 'Eva e l'Assoluto' di Michela Belli





TITOLO: Eva e l'Assoluto
AUTORE: Michela Belli
EDITORE: self publishing
PAGINE: 157
GENERE: chick lit
PREZZO: 5,99 €
eBOOK ita: 1,49 €

Omaggio autore.
Eva, dolce e scorbutica, fragile e determinata, piena di interrogativi e contraddizioni. La sua sconclusionata vita ruota intorno ad una serie di certezze assolute: un grande amore impossibile, la sfida di una amicizia viscerale con un uomo, una sorella sempre più perfetta di lei, un padre totalmente insoddisfatto di sua figlia, la grande ambizione o piuttosto il desiderio legittimo di realizzare se stessa e i suoi sogni. Insomma il mondo regolarmente incasinato di una ragazza di oggi. Tranne scoprire che niente è come sembra: la vita non è fatta di bianchi o neri, né di situazioni o sentimenti immutabili. Al contrario, tutto è un continuo divenire e lei dovrà confrontarsi con delusioni e sorprese, con prove di forza e prese di coscienza delle proprie debolezze mentre procede nella ricerca della sua strada. L'unica, assoluta, certezza è che non ci sono certezze! Non può sapere cosa le riserva il futuro, può solo andargli incontro con la consapevolezza di aver seguito il suo cuore.
Eva è una ragazza come tante, ha un grande sogno da realizzare, ma vive in una sorta di pantano emotivo, intrappolata in un lavoro da segretaria che non la soddisfa e immobilizzata dalla paura di lanciarsi a capofitto nella sua più grande passione: la scrittura. Eva, con il suo bagaglio di desideri, insicurezze e delusioni, desidera diventare una scrittrice con ogni molecola del suo essere ma fatica a superare gli ostacoli che si frappongono tra lei e il suo sogno, primo fra tutti il giudizio di un padre che non approva le sue scelte. Vorrebbe lanciarsi in un nuovo amore ma non riesce a scrollarsi di dosso la delusione infertale da Christian, l'uomo che credeva perfetto per lei e che, senza indugi, le ha spezzato il cuore. 
Eva vive di emozioni ma è alla continua ricerca di certezze, di punti fermi, di verità assolute a cui aggrapparsi. La vita più che darle risposte continua a farle domande, e allora, senza quasi accorgersene, si troverà a scegliere se trasformare il rapporto di amicizia fraterna con Gabriele in qualcosa di diverso e dovrà decidere se dare un'altra possibilità a Chris, ricomparso nella sua vita, pentito e cambiato.
Dove la condurrà il suo desiderio di vivere una vita assoluta
Eva e l'Assoluto presenta tutti gli ingredienti del chick lit, che lo rendono una lettura leggera e frizzante. La protagonista è una ragazza comune: avventata, indecisa, sensibile ed ironica. Il libro risulta infatti quasi un flusso di coscienza in cui si riversano i suoi pensieri, spesso confusi e contorti. 
La scrittura risente dell'esordio, in determinati punti manca una revisione accurata, alcuni termini avrebbero potuto essere scelti in maniera più precisa, evitando ripetizioni e fluidificando le frasi, ma sono defaillance comprensibili trattandosi di un'opera prima.
Eva e l'Assoluto è una lettura briosa, perfetta per l'estate, che vi strapperà qualche sorriso sotto l'ombrellone, riservandovi un finale per nulla scontato.

Nota sull'autrice
Michela Belli è nata a Napoli il 21 giugno 1982. 
É laureata in lingue e letterature dell'Europa e delle Americhe presso l'Istituto Orientale di Napoli.
L'accompagnano da sempre una passione sfrenata per Virginia Woolf e Vasco Rossi.
Attualmente vive a Follonica, Maremma Toscana, dove gestisce un hotel con la sua famiglia. Vive un felice matrimonio ed è la mamma orgogliosa e perdutamente innamorata di Virginia.

Frase sottolineata
Quella sensazione di panico, che mi attanagliava lo stomaco quando a scuola dovevo sostenere lo sguardo della prof di matematica, che sapeva bene quale frana inenarrabile io fossi con i numeri, ora mi sorprende di nuovo, quando d’un tratto tutto mi è desolatamente chiaro: io non sarò mai una scrittrice.

VALUTAZIONE
- Sorrisi  - Lacrime x - Risate  - Suspense x - Brividi x - Rabbia x



VOTO
Piacevole.


Profumosità




Commenti

  1. Sembra una lettura davvero carina e divertente, da leggere sotto l'mobrellone! :)

    RispondiElimina
  2. Finalmente leggo questa recensione e credo che tu abbia colto tutti gli aspetti del romanzo spiegandoli alla perfezione! Brava come sempre!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari