Annusare i libri

Gioie, abitudini e manie di una lettrice compulsiva

Non potevo che inaugurare questa rubrica parlando della tendenza irrefrenabile, imprescindibile, inevitabile, di annusare i libri. Ma analizziamo con ordine la cosa:
1. Perché lo facciamo?
Cosa si nasconde davvero dietro quello sguardo languido che precede l'affondamento delle narici tra le bianche pagine? Cosa ci spinge ad aprire il libro appena acquistato (ok, io lo faccio anche prima dell'acquisto ma solo per verificare la qualità della merce, s'intende) e inspirare a pieni polmoni?
In realtà nessuno lo sa o forse la risposta è più semplice di quello che si potrebbe pensare: annusare i libri ci rende felici. Per me l'odore dei libri è un miscuglio di sensazioni: casa, infanzia, rifugio, ma anche ignoto, mistero, viaggio...si tratta di una forza magnetica e trascinante, non spiegabile razionalmente, ma del resto i lettori lo sanno: non tutto può essere spiegato con la ragione, un libro è anche magia.
2. Dove lo facciamo?
Premetto che la risposta a questa domanda potrebbe intaccare la mia [e la vostra] immagine di persone adulte, serie e con un certo contegno da mantenere. Per cui se ci tenete a preservare quest'immagine astenetevi dal dire in giro che vi riconoscete in questo post. Eh sì, perché alla soglia dei trenta e con una professione di tutto rispetto, quello che scorgo nello sguardo delle commesse libraie che mi colgono in flagranza di reato è tutt'altro che stima! Questo confermerebbe ciò che sostengo da sempre: quando si entra in libreria si ritorna bambini; dovrebbero scriverlo all'ingresso...per cui la dignità può tranquillamente attenderci fuori. Il problema è che librerie e biblioteche non sono gli unici luoghi in cui ci limitiamo ad annusare. E no. Che ci si trovi sul tram, a lezione, o nel bel mezzo di una riunione di lavoro, quando un libro ci sta davanti e le sue pagine ammaliatrici ci invitano ad annusarle, noi dobbiamo necessariamente cedere.
3. Come lo facciamo?
E infine veniamo al modus operandi: come si svolge il fattaccio? L'esperienza trentennale maturata nell'ambito dell'annusamento librario mi suggerisce due diverse modalità:
- finta lettura = tecnica ideale per i luoghi pubblici. Si apre il libro, lo si posiziona davanti al viso e si inspira lentamente, la gente comune penserà di trovarsi davanti ad un lettore come tanti, nel pieno delle sue facoltà.
- estasi libridica = questo è il modo che preferisco, occhi chiusi, libro aperto e annusare fino a perdere il contatto con la realtà. 
Dite la verità, adesso vi sentite meno soli, meno pazzi, meno problematici.
Chiudo con una frase che amo:
"Il semplice annusare quel libro, scorrere le dita fra le pagine, per me era la felicità.” 
  H. Murakami



Commenti

  1. Ciao Stefania, ho appena scoperto il tuo blog ma ho dei problemi ad iscrivermi :)
    Cmq piacere, sono Federica, anche io annusatrice di libri e patologicamente innamorata di loro. Ho un blog che si chiama Sfogliando la vita, ed anche io parlo di libri!
    Molto carino questo post che hai scritto, mi hai fatta ridere :)
    A presto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federica! Complimenti per il tuo blog, è bellissimo, ho iniziato a seguirlo!!! *-* A presto! :)

      Elimina
  2. Ciao, già ti seguivo su Facebook, ora sono lieta di essere anche lettrice del tuo blog! Ultimamente, avendo ripreso in mano 1984, che avevo letto la prima volta almeno dieci anni fa, ho trovato le pagine ingiallite e quindi intrise del tipico odore dei libri datati...che sensazione annusare la carta! :) Un saluto. Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lieta di averti qui, Cristina :)
      I libri datati sono in assoluto quelli che preferisco, profumano tantissimo!

      Elimina
  3. Ciao Capetta Blogger! I libri da annusare... tu sai benissimo che io sono come te e chi se ne frega dei commessi che mi guardano male o della gente che vorrebbe chiamare la neuro ;) Io i libri li annuso, li sfoglio, li guardo, li assaporo e li annuso ancora e ancora! Anche perché devo recuperare le dosi che perdo quando uso il Kobo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi siamo irrecuperabili, abbiamo perso da tempo qualunque dignità!

      Elimina
  4. Io passo propio dalla tua pagina fb, ma anch'io ho un blog che parla di libri e non solo,delle mie passioni e di me in generale.
    Anch'io annuso i libri, non posso resistere!
    Da oggi ti aggiungerò alla mia lista dei blog che seguo per non perdermi un post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Vengo subito a dare un'occhiata al tuo :) A prestissimo!

      Elimina
  5. Bentrovata anche qui! Seguo la pagina fb da un pezzo, la trovo simpatica, piacevole da seguire. Spero di ritrovarne lo stile anche qui. Da cell non sono riuscito a trovare il tasto per l'iscrizione, ci proverò appena avrò il PC sottomano. Se ti va, anch'io parlo di libri, da me, basta che clicchi sul mio nome. A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Riccardo, spero di non deludere le aspettative! Ho appena cliccato 'Mi piace' sul tuo blog ;) A presto!

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Ciao Stefania! Davvero originale il titolo del tuo blog! Anch'io sono un'"annusatrice" di libri!!
    Se ti va vieni a trovarmi nel mio blog :) http://stoffedinchiostro.blogspot.it/

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari