mercoledì 14 dicembre 2016

Baby Books | Christmas Edition

Buongiorno lettori!
Eccoci con l'ultimo post prima della pausa natalizia. Proprio al Natale è dedicato questo speciale appuntamento di BabyBooks, la rubrica in cui - con la collaborazione di Micol - vi propongo dei libri adatti ai piccoli lettori.
Oggi abbiamo selezionato per voi sei titoli prettamente natalizi o ammantati della magia dell'inverno.
Ringraziando le case editrici che ci hanno omaggiato delle copie, vado a presentarvi singolarmente queste piccole meraviglie!

Il signor Krapitz e il Natale - Simona Zampa | Valentina Edizioni
Una divertente storia in rima che ha come protagonista la buffa famiglia Krapiz. Un regalo inaspettato che giunge in casa Krapiz. Un pacco che passa di mano in mano, tutti desiderano aprirlo ma alla fine decidono che la cosa più bella del Natale non si trova in quella scatola, ma nell'attesa vissuta insieme alle persone care. Perfetto per un Natale strampalato!
Età: dai 3 anni | 32 pagine | Acquista qui
Dove sono le mutande di Babbo Natale? - Richard Merritt | CoccoleBooks
La notte di Natale si avvicina, ma Babbo Natale ha un problema serio da fronteggiare: ritrovare le sue mutande, sparse per tutto per il villaggio! Saranno proprio i bambini ad aiutarlo, in questo simpaticissimo e giocoso libro cerca/trova! Consigliato per un Natale divertente.
Età: dai 3 anni | 30 pagine | Acquista qui





Pinguino e Pigna - Salina Yoon | Lapis
Un Pinguino incontra una Pigna e decide che diventerà sua amica. Ma purtroppo Pigna non può sopravvivere tra la neve e Pinguino deciderà a malincuore di portarla nella foresta, dove potrà crescere e trasformarsi in un albero sano e forte. Nonostante la lontananza, quella di Pinguino e Pigna sarà un'amicizia per sempre. Una storia che svela ai bambini il vero significato dell'amicizia: se vuoi davvero bene a qualcuno, devi fare ciò che è meglio per lui. Una lettura tenera, su uno sfondo di soffice neve e alberi svettanti. Per un Natale intriso di dolci sentimenti.
Età: dai 2 anni | 40 pagine | Acquista qui


Il mistero dell'Isola Verde - Geronimo Stilton | Piemme
Geronimord, consigliere del villaggio dei Topinghi, sogna di raggiungere un'isola in cui non ci siano i draganti e splenda il sole tutto l'anno. Tuttavia, l'isola tanto fantasticata, si rivelerà ben diversa da ciò che il nostro topo immaginava! Un'avvicente storia di Geronimo Stilton che questa volta indossa i panni del vichingo, accompagnando i bambini in un'avventura mozzafiato. Consigliato per un Natale avventuroso!
Età: dai 6  anni | 288 pagine | Acquista qui




Caro Babbo Natale - Amy Husband | Valentina Edizioni
Otto è un bambino birichino, scrive a Babbo Natale delle lettere piene di buone propositi, che infrange puntualmente. Così le sue speranze di ricevere il regalo tanto desiderato, una bici rossa con un campanello squillante, si affievoliscono giorno dopo giorno. Ma qualcosa ribalta la situazione e mentre la mamma di Otto è in ospedale per dare alla luce la sua sorellina, il bambino si comporterà da vero ometto, meritandosi la bicicletta tanto voluta. Una storia originale, che affronta il Natale da una prospettiva nuova, quella dei bambini che scrivono le lettere riversandoci dentro i propri sogni. Anche il formato del libro, che si apre come una vera e propria lettera, vi stupirà! Per un Natale originale.
Età: dai 3  anni | 24 pagine | Acquista qui

Il Natale di Peter Coniglio - Emma Thompson | Mondadori
Peter Coniglio e suo cugino Benjamin giocano nel bosco, quando fanno la conoscenza di William, un tacchino tronfio e pieno di sé. Ma non appena Peter comprende che proprio quel tacchino è destinato a diventare il pranzo di Natale, decide di darsi da fare per salvargli la vita. Ispirata alle storie originali di Beatrix Potter e accompagnata da meravigliose illustrazioni dai colori pastello, Il Natale di Peter Coniglio, si rivela una dolce storia d'altruismo. Perché aiutare gli altri può farci sentire felici come non mai! Per un classico Natale, pregno di valori.
Età: dai 4  anni | 72 pagine | Acquista qui



Come avrete visto, ce n'è davvero per tutti i gusti!
Non vi resta che scegliere quale Natale desiderate regalare ai vostri bambini. Una storia sotto l'albero è sempre 
il pensiero più bello che ci possa essere.











martedì 13 dicembre 2016

Recensione 'Alaska' di Brenda Novak | Giunti

Titolo: Alaska
Autore: Brenda Novak
Editore: Giunti
Pagine: 468
Genere: thriller stranieri
Prezzo: 14,90 €
eBook: 8,99 €
Omaggio CE

Nota sull'autrice
Brenda Novak, autrice bestseller del New York Times e di Usa Today, vive a Sacramento e ha scritto numerosi thriller e romanzi femminili. Alaska è il primo volume di una serie con protagonista l’affascinante psichiatra Evelyn Talbot.


Ci siamo, pensò Evelyn. Adesso che le parole erano state pronunciate, non ci sarebbe più stato modo di fermare la paura, che avrebbe travolto l’intera comunità come una delle tante bufere di neve…una bufera destinata a peggiorare.
Evelyn Talbot è una giovane e talentuosa psichiatra, si è laureata ad Harvard ed ha realizzato il sogno di aprire un centro di detenzione per psicopatici che consente a lei e ai suoi colleghi di studiare le psicopatologie con un approccio innovativo.
Ma Evelyn è anche la ragazza che a sedici anni è stata vittima di uno psicopatico che ha ucciso le sue migliore amiche, l'ha seviziata e le ha tagliato la gola, senza riuscire tuttavia a finirla.
Proprio da questa terribile esperienza, nasce il suo desiderio di riscatto, la voglia di studiare individui come il ragazzo che un tempo diceva di amarla e che si è poi rivelato un mostro, per capire fino in fondo i meccanismi mentali che si celano dietro i comportamenti di questi soggetti.
Hanover House, la struttura che ospita alcuni tra i più pericolosi psicopatici d'America, è situata in Alaska, ai margini di un piccolo centro abitato.
Tutto sembra andare bene finché un omicidio non sconvolge la tranquilla comunità di Hilltop, dove non avvengono assassinii da oltre un decennio. Una morte che, per efferatezza e ferocia, viene subito ricollegata ai detenuti di Hanover House. Sebbene nella mente di Evelyn si faccia subito spazio un altro possibile sospetto: Jasper, il suo carnefice, è ancora in libertà. Spetterà all'unico agente della Polizia locale, Amarok, cercare di venire a capo del delitto, mentre il legame tra lui ed Evelyn diventerà sempre più stretto. 
Alaska ha una trama che non spicca per originalità: una clinica per psicopatici situata in un luogo impervio, una bufera di neve, un crudele assassino che si aggira indisturbato. Così su due piedi mi ha ricordato Il ladro di anime di Sebastian Fitzek e in parte anche La psichiatra di Wulf Dorn. Non appena mi sono inoltrata nella lettura ho però constatato con piacere che l'autrice, pur servendosi di alcuni espedienti comuni, è riuscita a dare un'identità ben precisa alla storia e ai personaggi, rendendo la vicenda credibile e tutt'altro che scontata.
Questo innanzitutto grazie al substrato psicologico che fa da scheletro alla storia. Evelyn, i suoi vissuti traumatici, le sue motivazioni e le sue paure, sono resi credibili attraverso uno scrupoloso approfondimento. E poi c'è il tentativo di spiegare al lettore il modo in cui i soggetti psicopatici pensano, agiscono, simulano. La storia rivela colpi di scena inaspettati e incalzanti, facendo scivolare le oltre quattrocento pagine del libro in modo fluido e scorrevole, accrescendo la curiosità del lettore di scoprire cosa stia accadendo.
Al filone principale della storia, quello che riguarda i crimini, le indagini e le vicende interne ad Hanover House, si intreccia quello relativo alla vita privata di Evelyn, le difficoltà che la donna incontra nel lasciarsi andare, nel fidarsi di nuovo di un uomo, nel riuscire a spogliarsi della corazza che indossa dal giorno in cui Jasper, il ragazzo che amava, si è trasformato nel suo aguzzino.
Ho apprezzato l'accento posto sul lato umano dei protagonisti, che trascende il ruolo e l'autorità e li fa apparire per ciò che realmente sono: il risultato delle esperienze passate e dei dolori vissuti. All'inizio di ogni capitolo, l'autrice inserisce alcune frasi pronunciate da serial killer reali, che non fanno altro che amplificare la verosimiglianza di tutta la vicenda.
E che dire delle ambientazioni? L'Alaska, con le sue atmosfere glaciali e i suoi territori inospitali, la natura selvaggia, il buio quasi perenne e la sua gente apparentemente dura, si rivela uno sfondo perfetto per una storia che saprà regalarvi brividi e tensione.







venerdì 9 dicembre 2016

#84 Top Five: I cinque libri più belli letti nel 2016


Buongiorno, lettori!
Avete allestito l'albero e decorato casa? Il clima natalizio è ormai inoltrato e, come vi ho anticipato nel bilancio mensile, tra qualche giorno il blog si prenderà una pausa natalizia (precisamente dal 15 dicembre all'8 gennaio).
Per l'ultima Top Five prima delle feste, ho pensato di proporvi i cinque libri più belli letti quest'anno. La scelta non è stata semplice, ma queste sono sicuramente cinque letture che, per motivi differenti, mi hanno emozionata, colpita, sorpresa, cambiata.



I cinque libri più belli letti nel 2016



Ammetto di essere stata combattuta tra Le stanze buie e l'ultimo libro dell'autrice, Dentro soffia il vento. Questo potrebbe bastare a farvi capire la bravura di Francesca Diotallevi, che mi induce a consigliarvi entrambi i titoli ad occhi chiusi.
Una villa nella campagna torinese, un maggiordomo, un mistero che aleggia tra le mura, l'eco di un dolore mai sopito. E poi l'amore, un amore così intenso da mutare ogni cosa. Un libro meraviglioso, fatto di emozioni palpabili, di ambientazioni avvolgenti, di personaggi che rimangono nel cuore.

Se non avessi letto questo libro avrei un tatuaggio in meno. Una storia vera che parla di violenza domestica, di paura, buio, del coraggio di splendere nella notte più scura. Un argomento così doloroso e delicato che l'autrice riesce ad affrontare con la consueta sensibilità, senza calcare mai la mano, eppure arrivando dritta all'anima del lettore.

Un libro dolce, malinconico, dove fantasia e realtà si mescolano in un'alchimia che tocca, commuove, lacera. Un piccolo protagonista che saprà regalarci un grande insegnamento. Una scrittura delicata che sa dar voce alle emozioni.


La storia di Erri, di una famiglia allargata, di un matrimonio in bilico e di un cassetto pieno di sogni sgualciti e mai realizzati. Un romanzo intinto nella vita vera, quella che non fa sconti, che non protegge dai dolori, che non asseconda i desideri, e che pure sa stupire.

Un romanzo stratificato, sfaccettato, introspettivo. Una ragazza deceduta, il suo fidanzato sospettato d'omicidio. Ma qual è la verità? Esistono dei confini che neppure l'amore può valicare? Una storia carica di tensione dove le parole mai dette squarciano le pagine con prepotenza.





Aspetto di sapere cosa pensate dei cinque titoli selezionati!
Li conoscete? Ne avete letto qualcuno?
Buon week end :)



lunedì 5 dicembre 2016

#11 Book Notes: bilancio letture di Novembre.


Buongiorno lettori e benvenuto Dicembre!
Quanto adoro questo mese? Quanto? Giorni magici, che profumano di biscotti allo zenzero, di muschio e arancia. Giorni caldi, di serate intorno al fuoco, abbracci più lunghi, desideri sospesi. Giorni luccicanti, di nastri rossi, luminarie, scintille nel buio.
Novembre per me è trascorso in un battito di ciglia, è stato un mese impegnativo e positivo, sono nati nuovi progetti, ho ricevuto nuove richieste di collaborazione e anche come web writer sono arrivate delle belle soddisfazioni.
Dicembre mi regala sempre una felicità pura, infantile, semplice. E il fatto che adesso possa condividerla con mia figlia non fa che amplificarne l'effetto.
Sperando che tra voi non si nasconda un Grinch (in tal caso mi scuso in anticipo per il mio sdolcinato entusiasmo natalizio), vi comunico che proprio per godere pienamente di questo periodo, il blog nel mese di dicembre si prenderà una pausa.
La pausa andrà dal 15 dicembre all'8 gennaio, periodo in cui tra l'altro continuerò a lavorare e avrò alcuni impegni importanti da fronteggiare.
Nonostante ciò voglio trascorrere il tempo libero che riuscirò a ritagliare a leggere, sfornare biscotti natalizi insieme a Micol e passeggiare per le vie illuminate del centro, da qui la decisione di mettere il blog in stand-by. Sperando che anche per voi questo mese sia sinonimo di cose belle, vi abbraccio e vi lascio le mie letture di novembre, ricordandovi che ancora per qualche giorno saranno attive sul blog due iniziative che vi permetteranno di aggiudicarvi fantastici premi:
- Contest: Cita la felicità e vinci
- Giveaway: Waiting For Christmas




Volevo solo andare  a letto presto
Chiara Moscardelli - Giunti - 272 pagine

Consigliato per una pausa leggera e divertente.
Qui la mia recensione












Amabili resti
Alice Sebold - E/O - 416 pagine

Una storia toccante e dolorosa, narrata con profonda delicatezza.
Qui la mia recensione













Le mie cene con Edward
Isabel Vincent - Garzanti - 160 pagine

Amicizia e alchimie culinarie, i temi di questa storia che non mi ha convinto pienamente.
Qui la mia recensione












Letti con Micol:

Sogni d'oro pomodoro
Elisa Mazzoli - Cristina Petit 
 | Valentina Edizioni | 32 pagine
Qui la nostra opinione.

Rosicchio - Il mostro dei libri
Emma Yarlett
 | Sassi Junior | 20 pagine
Qui la nostra opinione.

Le quattro stagioni
Matteo Gaule | Sassi Junior | 14 pagine
Qui la nostra opinione.


Come sono andate le vostre letture di novembre?
Conoscete o avete già letto uno di questi libri?



venerdì 2 dicembre 2016

#83 Top Five: Cinque consigli per regalare il libro giusto

Buongiorno, lettori :)
Travolti dalla magia di dicembre? Io adoro il Natale e tutto ciò che ci gira intorno, per cui attendo questo mese da tanto tempo. La Top Five di oggi non poteva non portare con sé una spolverata di spirito natalizio e allora ecco i miei cinque consigli per regalare il libro giusto!



Cinque consigli per regalare il libro giusto



1. Ad un lettore forte – Se il destinatario del regalo è una persona che legge molto è di fondamentale importanza documentarsi bene prima di scegliere il libro da regalare. Ve lo dico per esperienza personale, spesso io stessa non ricordo quali titoli sono presenti nella mia libreria, quindi le cose da fare sono due: 1. Cercare eventuali wish list disseminate per casa o presenti sui social 2. Chiedere, indagando più o meno velatamente, quali titoli desidera.
2. Ad un lettore occasionale – Regalare un libro ad un lettore occasionale non è meno complicato. Trattandosi di una persona che non legge molto vi consiglierei di puntare su un libro non troppo impegnativo (lasciate perdere Guerra e pace ad esempio), ma non accontentatevi nemmeno di uno banale...l'ideale sarebbe conoscere uno dei libri che il destinatario ha letto e apprezzato in passato, così da riuscire ad orientarvi circa il genere che predilige.
3. Ad un non-lettore – So che a molti di voi sembrerà strana l'idea di regalare un libro ad un non-lettore. Posso invece assicurarvi che c'è il libro giusto per ogni individuo, basta solo scovarlo! Io l'ho fatto diverse volte, spesso con successo. Il suggerimento che voglio darvi è quindi di concentrarvi su un argomento che siete certi appassioni il destinatario del regalo. Che si tratti di calcio, di super eroi, di cucina o di giardinaggio, concentratevi sulla vostra missione e vedrete che il risultato potrebbe stupirvi!
4. Ad un bambino – Oh, quanto mi piace regalare libri ai bambini! Oltre tutti i giochi che riceveranno per Natale, non pensate sia davvero bello e costruttivo fargli trovare sotto l'albero anche una storia? Magari sarà proprio quella a determinare il suo amore per la lettura da adulto! Nel caso in cui il destinatario del libro sia un bambino, ciò che vi consiglio è di prestare attenzione all'età indicata sul retro copertina. Affinché il libro faccia presa sul piccolo lettore è infatti necessario che lui sia in grado di comprenderlo e apprezzarlo pienamente!
5. A tutti – Se anche dopo questi piccoli suggerimenti continuate ad avere le idee confuse (ma vi piacerebbe comunque regalare un libro) optate per una gift card. E' possibile acquistarla in tutte le librerie, fisiche e virtuali, inviarla per email o consegnarla a mano, magari corredata da un bel biglietto. Minimo sforzo, massimo risultato.





Aspetto di sapere cosa pensate dei cinque punti di oggi!
Avete l'abitudine di regalare libri?
Buon week end :)