#84 Top Five: I cinque libri più belli letti nel 2016


Buongiorno, lettori!
Avete allestito l'albero e decorato casa? Il clima natalizio è ormai inoltrato e, come vi ho anticipato nel bilancio mensile, tra qualche giorno il blog si prenderà una pausa natalizia (precisamente dal 15 dicembre all'8 gennaio).
Per l'ultima Top Five prima delle feste, ho pensato di proporvi i cinque libri più belli letti quest'anno. La scelta non è stata semplice, ma queste sono sicuramente cinque letture che, per motivi differenti, mi hanno emozionata, colpita, sorpresa, cambiata.



I cinque libri più belli letti nel 2016



Ammetto di essere stata combattuta tra Le stanze buie e l'ultimo libro dell'autrice, Dentro soffia il vento. Questo potrebbe bastare a farvi capire la bravura di Francesca Diotallevi, che mi induce a consigliarvi entrambi i titoli ad occhi chiusi.
Una villa nella campagna torinese, un maggiordomo, un mistero che aleggia tra le mura, l'eco di un dolore mai sopito. E poi l'amore, un amore così intenso da mutare ogni cosa. Un libro meraviglioso, fatto di emozioni palpabili, di ambientazioni avvolgenti, di personaggi che rimangono nel cuore.

Se non avessi letto questo libro avrei un tatuaggio in meno. Una storia vera che parla di violenza domestica, di paura, buio, del coraggio di splendere nella notte più scura. Un argomento così doloroso e delicato che l'autrice riesce ad affrontare con la consueta sensibilità, senza calcare mai la mano, eppure arrivando dritta all'anima del lettore.

Un libro dolce, malinconico, dove fantasia e realtà si mescolano in un'alchimia che tocca, commuove, lacera. Un piccolo protagonista che saprà regalarci un grande insegnamento. Una scrittura delicata che sa dar voce alle emozioni.


La storia di Erri, di una famiglia allargata, di un matrimonio in bilico e di un cassetto pieno di sogni sgualciti e mai realizzati. Un romanzo intinto nella vita vera, quella che non fa sconti, che non protegge dai dolori, che non asseconda i desideri, e che pure sa stupire.

Un romanzo stratificato, sfaccettato, introspettivo. Una ragazza deceduta, il suo fidanzato sospettato d'omicidio. Ma qual è la verità? Esistono dei confini che neppure l'amore può valicare? Una storia carica di tensione dove le parole mai dette squarciano le pagine con prepotenza.





Aspetto di sapere cosa pensate dei cinque titoli selezionati!
Li conoscete? Ne avete letto qualcuno?
Buon week end :)



Commenti

  1. Tra questi ho letto Le stanze buie e La tristezza ha il sonno leggero, e sono assolutamente d'accordo con te. Tra gli altri mi ispira Il patto, gli altri due per il momento mi respingono un po'...

    RispondiElimina
  2. Visto che ho amato tantissimo "Dentro soffia il vento" penso proprio che seguirò il tuo consiglio e opterò per Le stanze Buie. :-)

    RispondiElimina
  3. Direi che grazie a questo tuo post dovrò inserire 5 nuovi libri nelle mie future TBR, mia mancanza...non leggo molti autori italiani, ma con le tue parole mi hai davvero convinta a dare una chance alla Diotallevi e alla Rattaro...non so perché, ma non ho mai avuto voglia di leggere Marone, che dici, sbaglio?
    Della Picoult ho letto La custode di mia sorella e La solitudine del lupo, entrambi adorati, sicuramente leggerò altro di suo...

    RispondiElimina
  4. purtroppo non ho letto nessuno di questi, anche se li conosco per autori e perchè sono in wishlist, soprattutto a Rattaro, Picoult e La tristezza ha il sonno leggero!
    Non credo farò in tempo per la fine dell'anno, ma per gennaio alcuni di questi li voglio leggere :=)

    RispondiElimina
  5. Le stanze buie, per me uno tra i più belli letti in assoluto. Vittorio Fubini torna spesso a trovarmi <3

    RispondiElimina
  6. Non ho ancora pensato a un bilancio delle letture di quest'anno, ma di sicuro "La tristezza ha il sonno leggero" è una di quelle letture che più mi è rimasta dentro (insieme a "La tentazione di essere felici", si capisce!). Concordo pienamente: Lorenzo Marone ha una capacità straordinaria di raccontare la vita vera con una scrittura così semplice che pure non ne sminuisce affatto la profondità, anzi semmai la amplifica.
    Buone feste, Stefania, passa un sereno Natale con la tua famiglia ... e con un buon libro, che non guasta mai!

    RispondiElimina
  7. Ciao Stefy, sono tutti libri che vorrei leggere prestissimo, soprattutto quelli della Diotallevi e Jodi Picoult.
    Lorenzo Marone invece non mi ha convinto del tutto, la storia è bella ma il suo stile da "aforismi a tutti i costi" l'ho trovato molto forzato...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.