Avviso

Avviso

BabyBooks: Arrivano i mostri - H. L. Gholami - N. Ehtesabian | Valentina Edizioni

Titolo: Arrivano i mostri
Autori: H. L. Gholami - N. Ehtesabian
Editore: Valentina Edizioni
Pagine: 36
Età: dai 3 anni
Prezzo: 12,90 €
Omaggio CE
Scheda del libro


Mostri coloratissimi e rumorosissimi portano scompiglio in un paese monotono e silenzioso. La diversità non fa più paura e diventa l'unica nota di colore in un mondo in bianco e nero.









Recensioni creative. Con la partecipazione straordinaria di una treenne.


Buongiorno, lettori! Cosa fate in queste calde giornate d'agosto? Siete a casa o in vacanza? Noi abbiamo la fortuna di vivere vicino al mare quindi, anche se per poche ore al giorno, cerchiamo di concederci la nostra dose quotidiana di brezza e bellezza.
Oggi, per la sezione dedicata ai libri per bambini, io e Micol vi parliamo di una storia che ci è piaciuta molto: Arrivano i mostri di Hadis Lazar Gholami e Negin Ehtesabian, un libro che arriva in Italia grazie alla collaborazione della casa editrice Valentina Edizioni con l’Iran, per divulgare in occidente la tradizione delle storie persiane e favorire la vicinanza di mondi lontani.
La storia parla di una terra in cui tutto è bianco o nero. In questo paese non esistono i colori né le sfumature. Le cose si dividono in giuste o sbagliate e le persone in amiche o nemiche. Finché un giorno questo mondo monotono non viene sconvolto dall'arrivo di mostri coloratissimi e rumorosi. Gli abitanti dapprima tentano di scacciare i mostri, così diversi da ciò che li circonda. Col tempo, tuttavia, non solo smettono di vedere in loro dei nemici, ma finiscono per assorbire persino i loro brillanti colori, diventando essi stessi vivaci e bellissimi.
Ecco un'altra storia che ha fatto breccia nel cuore di Micol! Dire che l'ha entusiasmata è riduttivo, le sono piaciute le illustrazioni, ha amato i colori, ha compreso fino in fondo la storia e il suo significato. Sì, perché questo libro ha un significato meraviglioso. Parla di diversità, di integrazione, di ricchezza interiore. Un argomento che io affronto con mia figlia ogniqualvolta se ne presenti l'occasione, conscia dell'importanza di crescere con una mente aperta, soprattutto in un periodo storico come quello che stiamo vivendo. Tornando al nostro libro, Micol si è subito chiesta perché in quella terra lontana non ci fossero i colori: Perché, mamma? Perché c'è solo il nero e il bianco? Subito dopo ha accolto con gioia l'arrivo dei mostri colorati, con un commento che mi ha fatto sorridere: Ma non sono mostri, mamma! Guarda quanto sono carini!
Scoprendo che gli abitanti del luogo volevano scacciare i mostri si è parecchio indignata: Ma cosa hanno fatto di male? Sono bravi!
Infine ha gioito quando i bambini, frequentando i nuovi arrivati, hanno iniziato lentamente a tingersi di colori nuovi: Adesso sono belli. Il bianco e il nero non mi piacciono!
Una storia perfetta per spiegare ai bambini quanta ricchezza (e "colore") risieda nella diversità e come l'avvicinarci a persone diverse da noi possa solo renderci migliori. 
Tenete quindi presente questo titolo, ideale per un regalo o, se lavorate a contatto con i bambini, per divulgare un bellissimo messaggio. Un abbraccio e a presto! 







Commenti

  1. Stefi che meravigliosa recensione e che dolcezza Micol! Davvero con questo libro avete colorato la mia mattinata, grazie <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Ely! Sono passata stamattina dal tuo angolino e ci tornerò presto con più calma :)

      Elimina
  2. Totalmente presa dal mio viaggio, non potevo non approdare qui è affrontare questo argomento, la diversità. Io amo viaggiare e mescolarmi a tutte le etnie, catturare gli sguardi, corrispondere un sorriso, carpire tutto ciò che posso. Non dovrebbero esistere confini, siamo tutti carne, ossa, mente e cuore.
    Anche stavolta Micol ci ha dato un esempio di grandezza nei suoi pochi anni. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, tesoro, conosco il tuo pensiero e lo avrai sicuramente trasmesso ad Antonio...un abbraccio da parte mia e di Micol!

      Elimina
  3. Buongiorno! :)
    Questo libro deve essere meraviglioso sia per la storia che per i temi trattati: credo sia molto importante educare i bambini a temi delicati come la diversità che non dovrebbe essere rifiutata, ma dovrebbe essere considerata come una forma di arricchimento sia per il singolo sia per la comunità. Se questi valori vengono insegnati fin da piccoli allora, crescendo, i bambini diventeranno delle donne e degli uomini con una mente aperta e in grado di pensare con la loro testa, proprio come stai facendo tu con la tua bimba e credo sia una cosa meravigliosa :)
    Dai un grosso abbraccio a Micol e buona giornata!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Ele! Penso ce ne sia un gran bisogno, soprattutto in questo periodo in cui la paura può spingere a pericolose generalizzazioni. I bambini assimilano tutto ed è giusto e necessario trasmettere loro rispetto e apertura verso la diversità. Micol ti ringrazia per l'abbraccio <3 Baci!

      Elimina
  4. Brava Micol, nemmeno ai grandi dovrebbero piacere il bianco e il nero, per fotuna i colori esistono, mescoliamoli nella vita di tutti i giorni <3

    RispondiElimina
  5. Care Stefania e Micol, grazie per la bellissima recensione! Mi ha dato lo spunto per molte riflessioni... tra l'altro mi chiedevo: chissà cosa hanno provato i mostri nel sentirsi diversi dagli altri, nel sentirsi isolati? Il loro essere colorati significa forse che, pur sapendo di non essere accettati, non hanno provato pena per se stessi? Che forti questi mostri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Paola! ^-^ Una bella intuizione la tua, penso ci abbia visto giusto! Un grande abbraccio da parte nostra :)

      Elimina
  6. è meravigliosa questa rubrica e segnerò subito questo titolo, voglio leggerlo anche i miei bambini

    RispondiElimina
  7. Ok, questo è il prossimo regalo alla mia nipotina °v°

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari