Recensione 'I segreti della casa sul lago' di Kate Morton | Sperling&Kupfer

Titolo: I segreti della casa sul lago
Autore: Kate Morton
Editore: Sperling&Kupfer
Pagine: 528
Genere: romanzi stranieri
Prezzo: 19,90 €
eBook: 9,99 €
Omaggio CE
Scheda del libro

Nota sull'autrice

Kate Morton, australiana, si è laureata con una tesi sulla tragedia nella letteratura vittoriana e si è a lungo dedicata al tema del gotico nel romanzo contemporaneo.

A ventinove anni ha scritto il primo romanzo, che ha ottenuto subito grande successo in tutto il mondo. Sono seguiti Il giardino dei segreti, che Clint Eastwood ha opzionato per trarne un film, Una lontana follia e L'ombra del silenzio, editi da Sperling & Kupfer. 

I suoi romanzi, tutti ai vertici delle classifiche dei bestseller internazionali, sono pubblicati in 38 Paesi e hanno venduto dieci milioni di copie.



Ricordava ancora l'amore, l'amore totalizzante che si prova da giovani, sebbene fosse ormai passato tanto tempo da allora. C'era bellezza in un amore come quello e, indubbiamente, pericolo.
Sadie è una detective e ha commesso un errore che non avrebbe dovuto compiere.  Per questo adesso si trova in Cornovaglia, si è rifugiata a casa di nonno Bertie, per trascorrere un periodo di pausa forzata da Londra e dal lavoro. Mentre percorre una strada di campagna per la consueta corsa mattutina, si imbatte in qualcosa che attira la sua attenzione: una villa abbandonata, circondata da quello che un tempo era stato un giardino maestoso e che ora appare come una selva inestricabile. 
Quella suggestiva dimora, in cui tazze di fine porcellana giacciono ancora sul tavolo, sotto una spessa coltre di polvere e la vita sembra essere congelata, sospesa come nella più terribile delle fiabe, attrae Sadie con un fascino inspiegabile. La giovane detective vuole saperne di più e ciò che scopre non fa che accrescere il suo desiderio di riportare la luce tra quelle vecchie mura: settant'anni prima, proprio in quella casa, un bambino è scomparso senza lasciare traccia. Gli Edevane, la famiglia che viveva a Loanneth, lasciarono la Cornovaglia dopo la tragedia per non farvi più ritorno. Ma cosa sarà accaduto tra quelle mura? E che fine avrà fatto il piccolo Theo, l'ultimo genito degli Edevane? Sadie è determinata a scoprire la verità e ignora che il suo desiderio di sapere la porterà in un viaggio a ritroso nel tempo, dove giacciono segreti che attendono di essere dissepolti.
Nel giugno del 1933 in quella casa tutto è pronto per festeggiare il solstizio d'estate. Alice, la secondo genita degli Edevane, ha sedici anni e il cuore pieno di speranze. E' innamorata di Ben, uno dei giardinieri della villa, e sogna di diventare una scrittrice. Ma ben presto un evento doloroso stravolgerà ogni cosa e niente sarà più come prima.
L'erba folta, le ombre di una giornata d'estate di tanto tempo prima, le macchioline bianche delle margherite in primo piano. Un breve momento nella vita di una famiglia felice, immortalato prima che cambiasse tutto
Kate Morton, scrittrice australiana laureata in letteratura inglese, è una delle autrici contemporanee che più amo e, ancora una volta, riesce a regalarci una storia intessuta con maestria, intrisa di emozioni, pervasa da un mistero che affonda radici nel passato. La più grande abilità di questa autrice va ricercata nella sua capacità di prendere per mano il lettore, dissolvere i contorni del suo mondo e trasportarlo in luoghi e tempi lontani, dai quali si fatica a fare ritorno. Le descrizioni sono così dettagliate, poetiche e suggestive che durante la lettura si ha l'impressione di essere entrati in un affresco, di trovarsi nella Cornovaglia degli anni '30, di passeggiare nel giardino di Loanneth, con le sue siepi fiorite e il lago che luccica placidamente sotto il tiepido sole di giugno, in un contesto così reale da indurre il lettore a provare nostalgia per luoghi e tempi mai vissuti. Come nei libri precedenti, si assiste alla presenza di due diversi piani temporali, il presente e il passato che si avvicendano, per comporre sotto gli occhi del lettore un mosaico che va via via prendendo forma, fino al tassello finale che lascia puntualmente senza fiato (seppur alcuni aspetti dell'epilogo peccano forse di inverosimiglianza). Un'altra costante dei suoi libri risiede nella presenza di figure femminili potenti, affascinanti ammantate da un'aurea che ammalia. In questo libro, tuttavia, anche le figure maschili ricevono maggiore spessore, risultano più approfondite e complesse rispetto ai libri precedenti in cui, a mio avviso, perivano all'ombra delle donne. Ho trovato alcune parti prolisse, la vicenda che riguarda Sadie e il suo temporaneo allontanamento dalla Polizia avrebbe forse potuto occupare meno spazio, senza dare così l'impressione di spezzare il filone principale della storia. Tuttavia la scrittura coinvolgente della Morton alleggerisce il peso delle pagine e non toglie il desiderio di arrivare fino in fondo. Per quanto mi riguarda Kate Morton è riuscita ancora una volta a rapirmi ed emozionarmi. Non posso quindi che consigliare questo libro a chi ama i misteri, i sentimenti antichi, le epoche passate. I segreti della casa sul lago vi incanterà con le sue atmosfere cariche di fascino.




Commenti

  1. Buongiorno Stefania, io adoro Kate Morton e questo romanzo sicuramente lo leggerò. Amo il suo stile, le ambientazioni che sceglie ma soprattutto le descrizioni minuziose dei luoghi e dei personaggi. Di suo per ora ho letto solo Il giardino dei segreti e Ritorno a Riverton Manor entrambi meritevoli. A presto, Rosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa :) Ambientazioni e descrizioni sono davvero sublimi, vedrai che anche gli altri non ti deluderanno! A presto!

      Elimina
  2. Ciao Stefania, anche io sono un'estimatrice della Morton, ho letto quasi tutti i suoi romanzi. Sicuramente leggerò anche questo, prima di tutto perché lei è una garanzia, e secondariamente perché amo le suggestioni che riesce a creare. In questo caso inoltre la tua recensione mi fa capire che l'epoca storica di riferimento è tra le mie preferite in assoluto. Dato che l'ho già comprato non mi resta che inserirlo nelle letture da vacanze!
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, vedrai che anche questo ti piacerà! La Morton ha il potere raro di farti viaggiare nel tempo :) A presto!

      Elimina
  3. Ma è mai possibile che non ho mai letto la Morton? :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michele, per favore, devi recuperare...io la adoro!

      Elimina
    2. mi unisco a Nunzia, recupera! :D baci

      Elimina
  4. un'autrice che amo e anche questo suo libro mi ha conquistata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stesso pensiero in tal caso :D grazie per essere passata, Angela! :*

      Elimina
  5. Sono d'accordo con la tua recensione, come sempre ottima! la parte di Sadie andava tagliata e il romanzo sarebbe risultato più snello, ma Loanneth...l'autrice lo descrive così vividamente che mi sembra di conoscerlo da sempre! baci xxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di leggerlo presto anche io!

      Elimina
    2. sì, esatto, a tratti il ritmo ne ha risentito, ma rimane comunque una lettura intensa! un abbraccio

      Elimina
  6. Mi piace questa autrice, quindi prenderò sicuramente questo libro. Magari però attendo un'edizione un po' più economica :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova su Libraccio, Ilenia :) Qualche settimana fa si trovava a metà prezzo!

      Elimina
  7. Aspettavo il tuo pensiero su questo libro <3

    RispondiElimina
  8. Che ambientazione suggestiva, già solo per quella sarei tentata di acquistare il libro.
    Se poi ci metti il mistero, la forza dei personaggi e lo stile di scrittura beh allora non posso fare a meno di inserirlo nella mia wishlist.

    RispondiElimina
  9. Ero super curiosa di leggere la tua recensione di questo libro che ho comprato da poco su Amazon e che non vedo l'ora di leggere! Finalmente una bella recensione dopo tanti pareri negativi che avevo letto su quest'ultimo romanzo della Morton ;) un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  10. Ciò che amo di quest'autrice è la capacità di mescolare passato e presente con una minuzia di particolari che potrebbe destabilizzare, e invece no, lei è troppo brava, catapulta il lettore direttamente dove va la narrazione, tutto è chiaro e limpido, antico e misterioso, affascinate e coinvolgente. E la Cornovaglia che meraviglia! Ho la mia copia che mi aspetta, presto giungerà il suo turno.

    RispondiElimina
  11. Forse sono l'unica al mondo a non aver letto nulla della Morton, ma ho assolutamente intenzione di recuperare.. Vorrei cominciare da "Il giardino dei segreti", libro che possiedo da qualche mese.. ho intenzione di leggerlo proprio questa estate così finalmente anche io potrò farmi un'idea su questa autrice e possibilmente recuperare gli altri suoi libri.. Questo da te recensito, in particolare, ha una trama davvero affascinante ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.