#70 Top Five: Cinque domande che terrorizzano un bibliofilo

Rubrica ideata da me, in cui stilerò un elenco di 5 elementi appartenenti all'universo libresco,
in base alla tematica della settimana.


Buongiorno, lettori!
Cosa fate in questo venerdì post-festivo? Io sono alle prese con le liste pre-partenza: cose da mettere in valigia, roba da lavare e stirare e, ovviamente, libri da portare in vacanza! Quanto adoro il clima d'attesa che precede un viaggio? Ma veniamo alla Top Five di oggi! In questo venerdì di inizio giugno vi parlo di domande che destabilizzano noi lettori! Aspetto di sapere quanti di voi ci si ritrovano.
 



Cinque domande che terrorizzano un bibliofilo



1. Qual è il tuo libro preferito?
All'apparenza una domanda innocua, nasconde invece un potenziale terroristico. Come si fa? Come si fa a sceglierne solo uno escludendo gli altri? Un bibliofilo impenitente di libri ne legge parecchi e restringere la cerchia ad uno solo è quasi un crimine.

2. Mi consigli un libro che non mi deluda?
Ahi! Qui entrano in gioco la responsabilità e la soggettività del gusto. Personalmente, nonostante abbia degli autori che consiglio a scatola chiusa, quando mi si pone questa domanda, soprattutto se l'interlocutore è uno sconosciuto di cui non possiedo informazioni pregresse, mi trovo in serie difficoltà.

3. Quanti libri hai letto quest'anno?
Da un anno, grazie alla rubrica in cui annoto le letture mensili, ho la possibilità di calcolare con precisione il numero di libri letti che, fino ad allora, ho sempre ignorato. Nello specifico la mia risposta tipo era: boh! Se non si fosse capito, io e la matematica non andiamo molto d'accordo!

4. Quanti libri acquisti ogni mese?
Altra nota dolente. Personalmente non amo conteggiare i miei acquisti e questa domanda mi fa sempre storcere il naso. Preferisco non pensarci e non sapere. Soprattutto perché, in caso contrario, sarei costretta a fare i conti con il mio disturbo da accumulo compulsivo.

5. Cosa ne pensi de Il codice Da Vinci? E non dirmi che non l'hai letto!
Le domande sui bestseller colpiscono tutti i lettori "forti" prima o poi. E' solo questione di tempo, ma ci sarà il momento in cui qualcuno vi porrà un interrogativo del genere e se voi proverete a rispondere che no, non lo avete letto, il vostro interlocutore vi guarderà scandalizzato e commenterà con una frase del tipo "Ma come?! Tu che leggi così tanto!".




Cosa ne pensate dei cinque punti di oggi?
Anche voi siete terrorizzati da queste domande?



Commenti

  1. Meravigliosa Top Five! *.*
    Personalmente entro sempre in crisi quando qualcuno mi chiede di dargli un consiglio su un libro da acquistare soprattutto se é uno sconosciuto o ancora peggio quando una persona mi chiede un consiglio per un libro da regalare ad un' altra persona senza sapere nemmeno lei quale genere potrebbe piacerle... Un incubo: troppa responsabilità!
    Mi ritrovo anche molto nel primo punto: come si fa a scegliere un libro tra quelli che si sono letti??! É impossibile pensare a lasciarne uno solo fuori dalla lista!
    Per quanto riguarda la domanda sul numero di libri letti mi limito a scrollare le spalle e rispondere "bho" con la conseguente occhiata sorpresa e quasi offesa dell' interlocutore perché sembra che non voglia rispondergli... Il fatto é che una volta questa domanda mi é stata posta da un professore, durante quelle lezioni che si fanno per conoscersi a vicenda tra alunni e professori nuovi: bhé sono entrata in panico, io ci ho messo anche tutta la buona volontà di questo mondo a contarli, ma era impossibile, a quel punto ho inventato un numero a caso e il professore mi ha anche guardata storta perché non credeva fosse possibile che avessi letto cosí tanti libri!
    "Quanti libri acquisti ogni mese?" anche qui panico totale: preferisco non rispondere a questa domanda (ma nemmeno pensarci!) infatti di solito cerco di cambiare discorso ;) A volte non voglio rispondere a questa domanda per il semplice fatto che si potrebbero trovare persone che proprio non capiscono come si possano spendere tanti soldi in libri(detto da suddette persone con un accenno di disprezzo) e non mi va di perdere il mio tempo a spiegare loro l'importanza dei libri: con quelle persone non vale la pena nemmeno iniziare un discorso così complicato e quasi "sacro" per noi lettori :)
    Va bene, mi sembra di essermi dilungata anche troppo!;)
    Buona giornata e buona preparazione per il viaggio!!!*.* <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "con quelle persone non vale la pena nemmeno iniziare un discorso così complicato e quasi "sacro" per noi lettori" che belle parole e quanto concordo con te! ^-^ grazie, Ele! un abbraccio <3

      Elimina
  2. Bellissima questa Top5 credo che la domanda più dolente sia consigliare un libro perchè ne avrei tantissimi Xd ma anche quella sui best seller non scherza O.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Stefania! ci troviamo anche su questo :)

      Elimina
  3. Ecco la domanda che più mi terrorizza è quella del tipo 5.
    Due sono i possibili tormenti che ne derivano per un bibliofilo: 1 "Leggere non significa mica leggere libri indistintamente! E se questo non mi attira, scusa?"; 2 "Ma devi per forza ricordarmi che vorrei leggere almeno trenta libri al mese? Lo so già da me".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravissima, Rosa, hai colto entrambe le implicazioni! ^-^

      Elimina
  4. Siii che sono terrorizzata, ormai è un dato di fatto che io e le liste non abitiamo nella stessa casa, quindi non so quanti libri compro o quanti ne leggo, ma poi dico? E' importante quanto si legge o cosa e come lo si fa? Come il libro preferito, non esiste dai, diciamocelo, ognuno ci lascia qualcosa dentro, magari ne ricordiamo uno in particolare per un determinato affetto legato a lui...comunque per me è così, non fatemi mai domande di questo tipo, e no, nemmeno io ho letto il Codice Da Vinci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaha sapevo di trovare terreno fertile con te! la pensiamo allo stesso modo: al bando i conteggi e gli schemi! ^-^

      Elimina
  5. Ahahahaah mi sento decisamente chiamata in causa. Grazie a GoodReads finalmente riesco a tenere il conto delle letture annuali. Sul libro preferito, da anni, so quale risposta dare. Mentre l'ultima donna me la sono sentita fare non sai quante volte.. tipo, non ho mai letto la saga Shadowshunter e non sai quanti sguardi sconvolti ho ricevuto dopo questa mia risposta! Un'infinità xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha Cristina! anche a me l'hanno chiesto più volte xD andremo sicuramente all'inferno!

      Elimina
  6. Mi terrorizzano tutte, dalla prima all'ultima! O.O

    RispondiElimina
  7. La seconda è una domanda tremenda, sopratutto se te la pone una persone che legge poco. Ma la peggiore è proprio l'ultima. La trovo anche un poco stipida, come se il mondo delle librerie si fermasse ai libri davanti agli occhi di tutti. Io adoro spulciare @.@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io sono una spulciatrice e poi mi capita che i libri strapubblicizzati, i "tormentoni" letterari mi vengano a noia ancor prima di leggerli :/

      Elimina
  8. Anche per me la domanda difficile è la seconda, soprattutto se mi viene posta da chi fa anche la quinta! ;-)
    un saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente è una combinazione tremenda :D a presto, Lea!

      Elimina
  9. Uh tutte domande estremamente difficili, soprattutto la prima! Io per libri, film e musica non posso scegliere un solo titolo, ma neanche solo 10! Sarebbe come chiedere a una mamma quale tra i suoi figli è il preferito! Non si fa!!

    Anche il numero due non scherza: sia perché non conoscendo i gusti degli altri potresti sbagliare, ma anche perché magari chi fa la domanda non ha davvero voglia di stare ad ascoltare la mia risposta di svariati minuti "Dunque, se vuoi sorridere ma anche riflettere, è perfetto questo titolo, mentre se hai voglia di un libro un po' più impegnativo allora prova quest'autore....oppure, se vuoi cambiamo genere, e magari anche continente, che dici, potrebbe piacerti la letteratura giapponese?, etc..etc.." XD

    RispondiElimina
  10. Ciao! In effetti è difficile ogni domanda, ma sicuramente "Qual è il tuo libro preferito?" è quella che più mi manca in crisi! Ogni volta chiedo prima di che genere, poi inizio a suddividere tutto e alla fine comunque ci sono sempre almeno tre titoli che vorrei dire >.<

    RispondiElimina
  11. Essere in clima ore partenza insieme è ancora più eccitante!
    Belle domande e tutte mi fanno rabbrividire, soprattutto perché io Il codice da Vinci veramente non l'ho letto anche se lo possiedo 😂
    Per forza è rimasto sotto un cumulo di volumi, ma hai ragione, meglio evitare di rispondere alla domanda sugli acquisti, mi farebbero internare all'istante!

    RispondiElimina
  12. È proprio vero! AHAH
    proprio ieri mio padre mi ha fatto: "Ma quanti libri hai letto, scusami?" sono rimasta a fissarlo con lo sguardo terrorizzato! AHAH
    Oppure, la fatidica domanda: "qual è il tuo libro preferito?" e tu sei lì che dici "Ogni libro che leggo diventa automaticamente il mio preferito......"

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.