#69 Top Five: Cinque cose che avresti voluto dire ai protagonisti dei romanzi

Rubrica ideata da me, in cui stilerò un elenco di 5 elementi appartenenti all'universo libresco,
in base alla tematica della settimana.



Buongiorno, lettori! Programmi per il fine settimana in arrivo? Molti di voi probabilmente saranno al Salone del Libro di Torino, divertitevi anche per me! Io purtroppo quest'anno non ci sarò, ma esorto chiunque abbia la possibilità ad andarci, è il paradiso per noi lettori.
Tornando a noi, e più precisamente alla Top Five, ecco di cosa di parlerò oggi:




Cinque cose che avresti voluto dire 
ai protagonisti dei romanzi



1. Non dovevi fidarti, ti avevo avvisato
Beata ingenuità. Quanti protagonisti ci hanno indisposto con il loro fidarsi del mondo? Metterli in guardia non è bastato, loro hanno continuato a non vedere, a dare fiducia a chi non avrebbero dovuto. Certo che l'autore non gli ha insegnato proprio niente. 

2. Ma non capisci che è innamorato/a di te?
I segnali ci sono tutti e sono inequivocabili. Eppure lui/lei sembra non accorgersene. Che qualcuno tolga quelle spesse fette di prosciutto dai suoi occhi!

3. Ma ti sembra il caso di prendere iniziative da solo/a, senza avvisare nessuno?
Di notte, come se non bastasse. E magari con il cellulare scarico. In un luogo in cui a nessuno verrebbe in mente di cercarti. E noi lì a maledirti. Che ne sanno i non lettori.

4. Dovevi proprio farmi piangere?
Dovevi proprio? Sono una persona adulta e mi trovo in un luogo pubblico. Dovevi proprio comportarti da eroe/sviscerare i tuoi sentimenti/tirare fuori ricordi così struggenti? Sì, dovevi.

5. Perché lo hai fatto? Perché?
Perché? Non ti bastava quello che avevi? Carta, colla, e una lettrice da cui tornare ogni notte?
Ci sarà sempre quel protagonista che deluderà le nostre aspettative spezzandoci il cuore senza pietà. Era scritto tra gli inconvenienti del mestiere, del resto. Pagina 1 del manuale La dura vita del lettore.





Cosa ne pensate dei cinque punti di oggi?
Anche voi interrogate i personaggi dei romanzi?
C'è altro che avreste voluto dirgli?




Commenti

  1. Un post stupendissimo!! Bella l'idea, belli i cinque punti e scritti magistralmente! Complimenti di cuore!
    E, ovviamente, condivido tutto.
    Aggiungerei il "perchè hai scelto lui, quando era meglio l'altro?"... sarà che i miei preferiti difficilmente finiscono insieme, ma è una cosa che penso spesso! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Lara <3 Il tuo sesto punto mi piace molto, ci starebbe benissimo :D A presto!

      Elimina
  2. Quanto sono veri i punti della Top five di oggi! Il 3 credo sia quello che ripeto più spesso tra me e me, probabilmente perché amo molto il genere thriller :-) bellissimo anche il micione dell'immagine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Nadia :) esatto, anche tu ne sai qualcosa! xD Il mio l'ho scelto per l'espressione ahhaha un abbraccio

      Elimina
  3. Finalmente giustizia è compiuta! Finalmente qualcuno ha messo nero su bianco quello che tanti di noi hanno detto e dicono silenziosamente nella propria testa, quando leggono.
    Il 2 e il 4 ricorrono spessissimo nelle mie letture, perché giustamente io devo piangere anche se vedo una mosca moribonda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sei la sola, Rosa >.< anch'io sono una piagnona! ahhaah a presto :*

      Elimina
  4. Io ci avrei aggiunto un : finalmente, potevi morire anche prima! Che alcune volte ci sta tutto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahah un pensiero da te! :D però è vero, a volte una morte rapida e indolore ci sta tutta xD

      Elimina
  5. Concordo pienamente con te, quante volte mi sono ritrovata a fare queste domande ai protagonisti dei libri! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia :) felice che i cinque punti di oggi ti siano familiari!

      Elimina
  6. Bellissima come sempre!!!*.*
    Ho interrogato tante, troppe, volte i personaggi dei libri: molto spesso mi trovo ad arrabbiarmi per i loro comportamenti stupidi e mi verrebbe da lanciare il libro e non aprirlo più ( cosa che non succede mai ;))
    Ma la cosa che mi rende più triste è quando un personaggio che ho amato per tutta la storia finisce per deludermi e il libro non ha più lo stesso sapore...
    Buona domenica!!!*.*

    RispondiElimina
  7. Perfetta e interessante come sempre, cara Stefania! Spesso mi ritrovo a parlare con i personaggi dei libri che leggo. Amando il genere thriller, condivido in toto il numero tre. Ti auguro una buona domenica :)

    RispondiElimina
  8. Bellissimo questo post!!!
    è in assoluto ciò che si chiede il lettore quando legge certe scene!!
    Tutte parole sante!!! hahahaah :D

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.