Recensione 'La lettrice' di Annie François | Tea


Titolo: La lettrice
Autore: Annie François
Editore: Tea
Pagine: 172
Genere: saggio
Prezzo: 8,00 €


Nota sull'autrice
Annie François è nata nel 1944. Vive a Parigi dove lavora in una casa editrice. Presso Guanda ha pubblicato anche Il mondo in fumo.






La lettrice, a metà tra un diario e un saggio, racconta la passione sfrenata per i libri di Annie François, editor parigina.
Passione che accomuna tutti i bibliofili, tutti coloro che vivono di storie, quelli che senza un libro tra le mani proprio non ci sanno stare.
Tra le pagine di questo libro ogni lettore potrà trovare un pezzetto di sé, riconoscendo manie ed idiosincrasie, abitudini irrazionali e gioie segrete che solo gli amanti dei libri possono comprendere.
E allora scoprirete di non essere gli unici a non riuscire a prendere sonno senza aver letto almeno una riga:

Devo sempre leggere prima di addormentarmi. Anche alle quattro del mattino ho bisogno della mia dose. Incapace di fermarmi alla fine del capitolo, del paragrafo o della riga, mi blocco a mezza frase, stecchita.

A tremare temendo che un conoscente chieda in prestito uno dei libri che più amate:

Chi non ha temuto l'occhio curioso, il dito che scorre sui dorsi e che si ferma? Ecco. Il libro è condannato. Non lo rivedremo più. Ci piange il cuore. Non quello. Non a lui, non a lei, che non restituiscono mai niente o Dio sa quando.

A sentire l'esigenza compulsiva di acquistare nuovi titoli, anche quando molti altri attendono di essere letti e le finanze non lo consentirebbero:

Come il bulimico evita di passare davanti alle pasticcerie, mi distolgo dalla vetrina delle librerie per evitare di farmi prendere dalla golosità, evitare gli acquisti compulsivi che servirebbero soltanto ad accrescere l'immensa pila in attesa che vacilla accanto al letto: di sicuro le opere si vendicherebbero franandomi addosso durante il sonno.

In un susseguirsi di capitoli lapidari, l'autrice espone, sotto forma di appunti personali, ogni implicazione dell'essere un bibliofilo. Ogni aspetto del libro viene sviscerato e analizzato, dalla fascetta promozionale, usata puntualmente come segnalibro, all'abitudine di affondare il naso tra le pagine per aspirarne l'essenza, alla repellenza per il codice a barre che come un graffio marchia il lettore, lo riduce al ruolo di volgare consumatore prigioniero di un mercato.
E poi scopriamo chi sono i lettori, cosa li spinge ad accumulare volumi su volumi, ad anteporre la lettura ad altre attività, in un'indagine non esente da ironia e critiche.
Perché anche la lettura può diventare indigesta quando ci si dimentica del mondo circostante.

Tutti questi personaggi, queste bestie, queste nuvole, queste tragedie, questi paesaggi, queste avventure sordide o magnifiche mi soffocano.
Perché questi giochetti di sostituzione, questi viaggi di carta, questi surrogati di passione, di delitto? Voglio vivere. Sottrarmi alla tirannia della loro finzione. 

Alcuni passaggi sono addirittura imbarazzanti perché, ammettiamolo, la bibliofagia come ogni altra dipendenza, a volte rasenta il ridicolo. Inevitabile riflettere su cosa penserebbe un osservatore esterno vendendoci in preda ad una crisi di panico per aver dimenticato il nostro libro nella valigia già imbarcata, oppure trovandoci talmente assorti nella lettura da non riuscire a recepire nulla di ciò che ci accade intorno.
Un vademecum del lettore, come avrete intuito, i cui limiti sono strettamente connessi alla sua francesità. L'autrice, infatti, infarcisce il testo di molteplici riferimenti appartenenti al mondo culturale e letterario francese, decisione che a mio avviso rende il testo eccessivamente contestualizzato e a tratti addirittura noioso per chi è estraneo a quell'ambiente.
Nonostante questo aspetto che ha appesantito la narrazione, la lettrice compulsiva che è in me è stata lieta di ritrovarsi in quasi ogni pagina, di sentirsi compresa in ogni piccola stranezza.
Consiglio quindi questo piccolo volumetto a chi ama il libro inteso come oggetto in sé, oltre che per la storia che custodisce. Sono certa che troverete tra le pagine un pezzetto di voi e della vostra meravigliosa follia.




Recensione realizzata per La chiave di Sophia.

Commenti

  1. Non leggo mai saggi se non per l'universitá, però questo mi attira molto, sopratutto leggendo i passi che hai messo magistralmente in evidenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da questo punto di vista mi sento di rassicurarti, non è un vero e proprio saggio. Si avvicina più ad un diario, ad una sequela di appunti personali. :)

      Elimina
  2. Finalmente qualcuno che ci capisce! :-) Io tra l'altro amo molto la Francia e il suo mondo letterario, quindi magari questo libro fa per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sì! una bilibliofaga proprio come noi :D in tal caso credo che saprai apprezzarlo molto più di me, valorizzando anche le parti che a me sono risultate noiose :)

      Elimina
  3. Ma che bello questo libro, non lo conoscevo :) Ma adesso che so della sua esistenza cercherò di procurarmelo.. sono davvero curiosa di leggere su carta le "dipendenze" che caratterizzano noi amanti dei libri :D

    RispondiElimina
  4. E' confortante sapere che in molti condividiamo "le stranezze" da lettore. Non conoscevo questo libro sembra una piacevolissima lettura :)

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo questo libro, ma credo che non lo leggerei..Non so come mai, forse perchè contestualizzato, forse perchè una specie di diario, mmmm no, non mi attrae particolarmente!

    RispondiElimina
  6. Bibliofila presente,anche se fortunatamente sono ancora in grado di dare le priorità giuste alla mia vita. Ho addocchiato questo libro da un po' ma l'avevo dimenticato, troppi titoli sempre da ricordare. Grazie alla tua recensione ho capito che voglio proprio leggerlo, bravissima come sempre, leggerti resta un piacere irrinunciabile :-)

    RispondiElimina
  7. mi aspettavo molto da questo libro quando l'ho preso, anni fa, su un bancarella dell'usato. e invece l'ho trovato anche io troppo noioso :-(
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.