Recensione 'Urla nel silenzio' di Angela Marsons

Titolo: Urla nel silenzio
Autore: Angela Marsons
Editore: Newton Compton
Pagine: 370
Genere: thriller
Prezzo: 12,00 €
eBook: 2,99 €
Omaggio Ce

Nota sull'autrice
Già autrice di racconti, con Urla nel silenzio ha debuttato nel genere thriller, ottenendo un immediato successo, tanto che è arrivata al numero uno nelle classifiche online. Urla nel silenzio è il primo, fortunato capitolo della serie che vede protagonista la detective Kim Stone. Angela vive nella Black Country, la stessa regione in cui sono ambientati i suoi thriller. Per maggiori informazioni, visitate il suo sito: www.angelamarsons-books.com.

Cinque individui riuniti intorno ad una buca scavata nel terreno. Cinque individui che dovranno celare un segreto, per sempre.
Anni dopo la preside di una scuola viene uccisa. Il primo di una serie di omicidi che scuoteranno la Black Country. Quale identità si nasconde dietro questo assassino seriale? E cosa accomuna le vittime?
Spetterà all'agente Kim Stone scoprirlo, indagare e scavare in una storia che troverà le sue radici in un mondo fatto di soprusi e violenze. Un ambiente familiare all'agente Stone che, oltre ad occuparsi del caso, dovrà fare i conti con i fantasmi del passato.
La Black Country viene scossa da una serie di omicidi, collegati da un invisibile fil rouge. La detective Kim Stone, supportata dalla sua squadra investigativa, indaga per rintracciare il nesso che lega le vittime e per scoprire l'identità dell'assassino.
Le sue indagini la porteranno ben presto nel luogo in cui anni prima sorgeva un orfanotrofio. Un posto che avrà molto da raccontarle e dal quale emergeranno storie agghiaccianti.
La narrazione scivola veloce, coinvolgente, arricchita da dettagli e substrati psicologici, esposti con uno stile semplice e scorrevole.
La protagonista, Kim Stone, è una donna diretta, dura, caparbia e poco incline al contatto umano, guida la sua squadra senza esitazioni, proprio come conduce sull'asfalto la sua Ninja nera.
Ma dietro un'apparenza di chiusura e distacco, nasconde un passato dolorosissimo, che rischia di sopraffarla con il suo pesante bagaglio.
Più ci addentra nella storia, più il quadro si fa nitido, il cerchio si stringe intorno a poche persone, e contemporaneamente il lettore viene messo a conoscenza di dettagli sulla vita di Kim, scopre come una bambina cresciuta in un quartiere degradato sia riuscita a diventare uno dei detective più validi e capaci, si chiede come abbia fatto a sviluppare l'empatia e il senso della giustizia che muovono le sue azioni, come abbia fatto a non soffocare in quel limbo di abiezione e sofferenza.
«[...] Ma sai cos'è che fa davvero la differenza?» 
«No, cosa?» 
«Sapere che lo prenderò.» 
«Lo credi davvero?» 
Kim sorrise. «Oh, sì. Perché la passione che metto nel perseguire questo obiettivo è sicuramente superiore alle energie che gli servirebbero per sfuggirmi. Non mi fermerò finché non sarà punito per quello che ha fatto.»
Una donna nella quale mi sono immedesimata, con cui sono entrata subito in sintonia, stentando a trattenere le lacrime nel ripercorrere alcuni eventi della sua infanzia.
Una protagonista che ho amato - nelle mille sfumature della sua complessa personalità - e che da sola varrebbe l'acquisto del libro. 
Ma anche il resto della storia si rivela all'altezza delle aspettative. Il caso da risolvere è infatti ben strutturato. Non eccessivamente intricato ma allo stesso tempo capace di sorprendere il lettore. Nel libro, i fatti al presente si alternano a flashback passati, con incursioni di punti di vista differenti da quelli della protagonista, che rendono tutto più reale e angosciante
Due i risvolti conclusivi di questo intricato mistero e se il primo potrebbe risultare prevedibile, il colpo di coda finale mi ha sconvolto, tanto da indurmi a rileggere alcuni passaggi.
Non vedo l'ora che il seguito venga pubblicato in Italia, per ritrovare gli ingredienti che mi hanno portato a divorare questo libro.
Un esordio consigliato.




Commenti

  1. Bellissima recensione! Un libro che mi aveva incuriosito fin dalla sua uscita. Adoro i thriller e potrei leggerne un'infinità :DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Cristina :) vedrai che non ti deluderà!

      Elimina
  2. Ciao! Lo sto leggendo e devo dire che faccio fatica a smettere di leggerlo! I thriller insieme ai gialli sono i miei generi preferiti e questo si sta rivelando una vera pietra preziosa del proprio filone! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo gusti simili, quindi credo che si rivelerà una bella lettura ^-^

      Elimina
  3. Questo libro mi incuriosisce sempre di più... mi sa che lo p rendo, prima della fine del mese!

    RispondiElimina
  4. Se lo hai recensito con tanto entusiasmo allora sarà proprio da leggere. Ciao da lea

    RispondiElimina
  5. Se lo hai recensito con tanto entusiasmo allora sarà proprio da leggere. Ciao da lea

    RispondiElimina
  6. Io ho un debole per le eroine al femminile con queste caratteristiche, sono capace di assegnare il massimo dei voti ad un libro con una protagonista che mi colpisca dritta al cuore come Kim ha fatto con te. Mi hai convinta lo appunto in wish.

    RispondiElimina
  7. Un libro che mi ha incuriosito già dalla cover.. non vedo l'ora di leggerlo ;)

    RispondiElimina
  8. molto avvincente letto tutto d'un fiato al prossimo THRILLER

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.