Schegge d'inchiostro: La terapia - Sebastian Fitzek

Rubrica in cui vi proporrò uno stralcio di una lettura a mia scelta.


Dopo mezz’ora capì che non avrebbe mai più rivisto sua figlia. La bambina aveva aperto la porta, lo aveva guardato ancora per un istante, poi si era voltata ed era entrata dall’anziano medico. Josephine, la sua piccola di dodici anni, non sarebbe tornata mai più da lui. Ne era certo. Non gli avrebbe mai più regalato quei sorrisi radiosi quando la portava a letto. E Viktor non avrebbe mai più spento l’abat-jour dai mille colori una volta che la bimba si fosse addormentata. E infine le urla agghiaccianti di Josephine non lo avrebbero mai più svegliato nel cuore della notte. Questa consapevolezza lo investì come lo schianto improvviso e violento di un incidente stradale.


Scheggia tratta dal libro La terapia di Sebastian Fitzek   Elliot 

Sinossi
Viktor Larenz è un ricco e brillante psichiatra di Berlino, reso celebre dalle sue frequenti apparizioni televisive. La sua vita però va improvvisamente in frantumi quando la figlia dodicenne Josy, affetta da una malattia sconosciuta, scompare senza lasciare traccia durante una visita nello studio del dottore che l'ha in cura. Viktor la cerca ovunque senza mai rassegnarsi, sacrificando la carriera e il matrimonio. Quattro anni dopo, mentre si trova bloccato su un'isola a causa di una tempesta, l'uomo riceve la visita di un'enigmatica e inquietante scrittrice di libri per l'infanzia, Anna Spiegel. La donna vuole assolutamente entrare in terapia con lui perché in qualche modo è perseguitata dai suoi personaggi, che hanno la capacità di diventare reali. Uno di essi, in particolare, somiglia in modo impressionante a Josy: si tratta di Charlotte, la protagonista del suo ultimo romanzo, che ha gli stessi sintomi della piccola e deve sfuggire a un'identica minaccia. Ma chi è davvero Anna Spiegel? Le sue allucinazioni sono il semplice frutto di una mente schizofrenica o nascondono indizi che potranno aiutare Viktor a risolvere il mistero della scomparsa della sua bambina?

La scheggia di oggi è tratta da un libro letto anni fa. La terapia è uno psychothriller, come quasi tutti i libri di Fitzek, ed è stato uno dei primi titoli a farmi innamorare di questo genere. Al centro della storia la mente umana, con le sue turbe e i suoi meccanismi contorti. La trama non cela espedienti troppo sottili, se dovessi paragonarlo ad un film penserei piuttosto ad una pellicola con effetti speciali, che annebbiano lo sguardo del lettore, depistandolo. Cosa ho apprezzato, allora? Senza dubbio l'alto coinvolgimento che le storie di Fitzek riescono a creare, al limite della dipendenza. I capitoli sono brevi, spezzano il respiro e trascinano il lettore negli ambienti cupi e rarefatti del romanzo, nei quali si rimane invischiati. Uno di quei thriller ideali per staccare completamente la spina.




E voi, conoscete questo autore?
Cosa vi ha trasmesso la citazione di oggi?
Come sempre, aspetto le vostre sensazioni!




Commenti

  1. Molto interessante! Non ho letto nulla di Fitzek ma mi incuriosisce molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti piacciono i thriller con un'elevata presa psicologica ti consiglio sia Il ladro di anime che La terapia :)

      Elimina
  2. Anche io l'ho letto qualche tempo fa, e la cosa più inquietante è che mi ricordo pochissimo, cosa che di solito non mi capita! Ricordo una sensazione di fastidio e irritazione, quello sì... negli psicothriller mi arrabbio sempre molto perché agirei in modo completamente diverso dai personaggi e mi verrebbe da prenderli a schiaffi... temo che questo la dica lunga sul MIO profilo psicologico :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhah capita anche me, come nei film dell'orrore, quando i protagonisti hanno sempre la geniale idea di dividersi xD

      Elimina
  3. Un autore che abbiamo in comune, il suo stile non è facile da apprezzare, è abbastanza contorto e molto psyco, ma a me fa impazzire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo, autori come Fitzek si amano o si odiano ^-^

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.