#4 Consigli d'autore: Sara Rattaro consiglia 'Le tre notti dell'abbondanza' di Paola Cereda

Un autore consiglia ai lettori un libro che ha amato.
Rubrica ideata da me.


Buongiorno lettori,
quarto appuntamento con la rubrica Consigli d'autore ed io non potrei essere più felice di condividere con voi i consigli letterari dei nostri autori.
Passo a presentarvi l'ospite di oggi, che sono davvero onorata di accogliere nel mio spazio. E' la vincitrice del Premio Bancarella 2015, ed oltre ad essere una delle scrittrici che più amo, è una persona davvero meravigliosa.


L'autore di oggi

Sara Rattaro è nata e cresciuta a Genova, dove si è laureata con lode in Biologia e Scienze della comunicazione. Nel 2010 esce per un piccolo editore il suo primo romanzo, Sulla sedia sbagliata. Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo, Un uso qualunque di te. Il romanzo viene scelto da Giunti Editore. Ventimila copie vendute in una settimana, tradotto in 9 lingue. E’ un'autrice amatissima dai lettori. In occasione del suo terzo romanzo, Sara incontra Garzanti con il quale, nel maggio 2013 pubblica il best seller Non volare via che entra immediatamente nelle classifiche permanendovi per molte settimane. All’estero Non volare via si conferma in Europa e vola oltreoceano conquistando anche il Brasile. Nel settembre del 2014 sempre con Garzanti pubblica Niente è come teSara ha vinto il Premio Città di Rieti 2014 con il libro Non volare via e il Premio Bancarella 2015 con il libro Niente è come te.
L'uscita del suo prossimo inedito è prevista per la primavera del 2016.



Sara Rattaro ci consiglia di leggere...

Le tre notti dell'abbondanza - Paola Cereda
Piemme - 308 pagine

Sinossi
Fosco è un paese arroccato su uno scoglio a picco sul mare. Per arrivare alla spiaggia, bisogna avventurarsi lungo una scala di legno e pietra che nessuno si è mai preso la briga di aggiustare. Perché il mare è maledetto e gli abitanti non lo possono avvicinare. La Calabria di Fosco è una terra aspra dove il tempo scorre lento, dove tutti corrispondono ai propri ruoli e ai propri cognomi e, fin dalla nascita, hanno il loro posto nel mondo. Le regole, dettate dalla malavita locale, sono legge per coloro che lì nascono. Per tutti, ma non per Irene.
Irene ha quindici anni e un quaderno arancione sul quale disegna il quotidiano, così come se lo immagina. La notte, sui tetti di Fosco, si incontra con Rocco, il figlio di uno sparato, in uno spazio di complicità e tenerezza che permette di fantasticare un altro mondo possibile. Durante l’annuale pellegrinaggio alla Madonna delicata, Irene e Rocco ascoltano una conversazione tra masculi che cambia per sempre il corso delle loro vite. Le successive tre notti dell’abbondanza segnano un prima e un poi senza ritorno. E se è vero che le donne di Fosco nutrono il sistema e spingono i figli a vendicare, c’è chi prova a cambiare, nella convinzione che la vita si accetta ma non si subisce. Irene farà la sua scelta. La vita, per lei, è una pennellata di colore su un muro bianco.


L'opinione di Sara

Una storia bellissima e piena di passione. Uno squarcio luminoso come quello che solo il cuore pulito di una quindicenne può stagliare su un mondo nero dove tutto ha un ruolo ben preciso. Le tre notti dell’abbondanza di Paola Cereda si legge in un soffio, con il cuore in gola e la rabbia tra le mani. Ti fa dimenticare chi sei e dove vivi per proiettarti là tra le rocce, la terra dura e il mare lontano che rappresenta quella libertà che non ti spetta di diritto. Il tempo scorre riga dopo riga in un bagno di sentimenti forti, intensi e pieni di speranza. La Calabria di Irene e Rocco è difficile e piena di contraddizioni, tutto o quasi tutto, si svolge di nascosto, per non essere visti. È così, lontano da tutti, Irene e Rocco disegnano un mondo migliore e imparano a nutrire l’amore così difficile da raccontare. Ma è proprio di nascosto che si scoprono anche i segreti. Basta un attimo e tutto sembra diventare diverso, sembra prendere un'altra strada e senza volerlo Irene si trova al centro di una faida. E in quel luogo che sembra vivere al contrario dove tutti sanno esattamente chi sono e chi diventeranno, Irene si ribella perché un bacio d’amore vero può donare la forza per cambiare direzione fino a pensare che raggiungere il tuo mare diventi finalmente possibile. Un libro coraggioso, di donne, che parla alle donne contro un mondo pieno di pregiudizi. Una storia senza tempo e un amore coraggioso.




Ringrazio ancora Saraaspetto il vostro pensiero!
Le sue parole mi sono arrivate dritte al cuore,
parlano di una storia intensa e di una terra che mi appartiene.
E a voi, cosa ha trasmesso il consiglio d'autore di oggi?




Il prossimo #ConsigliodAutore vi aspetta giovedì 5 novembre.

Commenti

  1. Le tre notti dell'abbondanza mi insegue da settimane, il pensiero di volerlo leggere ma non la piena convinzione....Questo era l'input che aspettavo! E poi Stefy, parla della nostra terra, forse da questo nasce il mio essere restia, dalla paura di leggere di una Calabria stereotipata!
    Sara è sempre gentilissima!

    RispondiElimina
  2. Sembra un libro fantastico e le parole di Sara sono così toccanti, così intense che mi inducono a pensare con piacere che questo sia il tono di tutto il romanzo. Credo sia difficile trattare della Calabria senza pregiudizi e con la giusta delicatezza e sembra una sfida all'altezza di questo libro.. Sono davvero curiosa di leggerlo :3 Grazie Sara per il consiglio e per la descrizione **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me hanno trasmesso le stesse emozioni :*

      Elimina
  3. Non conoscevo affatto questo romanzo, ma mi sembra molto intenso, se lo trovo lo leggerò di sicuro!!

    RispondiElimina
  4. Ottimo consiglio! Ho letto la trama e mi incuriosisce :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. felice che Sara sia riuscita ad incuriosirti :)

      Elimina
  5. Questa rubrica l'ho scoperta ora è fantastica...c'è il tuo tocco Stefy! Amo Sara Rattaro, il suo stile struggente e profondo, mi fido dei suoi consigli. Ho da poco finito e recensito "Un diverso sentire", ho raccolto la sua opinione positiva e la lettura che non mi ha delusa. Non mi resta che segnare anche questa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazieee ♥
      anch'io ne ho preso nota :) un abbraccio!!

      Elimina
  6. Ah beh, se lo consiglia Sara io lo devo leggere assolutamente! *-*

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari