Avviso

Avviso

Recensione 'Una lontana follia' di Kate Morton




TITOLO: Una lontana follia
AUTORE: Kate Morton
EDITORE: Sperling&Kupfer
PAGINE: 578
GENERE: romanzi stranieri
PREZZO:  10,90 €
eBOOK ita: 6,99 €
Qui la sinossi completa.

Edie ha trent'anni quando sua madre riceve una lettera scritta cinquant'anni prima e proveniente da Milderhurst Castle, un vecchio castello situato nelle campagne londinesi
Proprio quella lettera giunta da un'altra epoca metterà a repentaglio la torre di silenzi e bugie che separa Edie da sua madre. Cosa nasconde il passato di Meredith? Quale episodio della sua giovinezza l'ha resa così fredda e scontante? Edie, editor appassionata e sognatrice, è decisa a fare luce sul passato della madre, ma le sue ricerche andranno a scoperchiare misteri di proporzioni ben più imponenti, che la condurranno in un cupo castello, nella vita di tre sorelle e negli incubi di uno scrittore tormentato.

Leggere un libro di quasi seicento pagine in sole tre notti, può voler dire solo una cosa: la storia rapisce, conquista, appassiona.
Ancora una volta Kate Morton ha dimostrato la sua grandissima abilità, quella di prendere per mano il lettore, dissolvere i confini del suo mondo e condurlo in una realtà soffusa, in cui grandi sentimenti sono intrisi di mistero.
Edie, alla soglia dei trent'anni, non riesce a stabilire un rapporto autentico con la madre. Meredith è sempre sfuggente, distaccata, fredda.
Ma un giorno riceve una lettera, spedita cinquant'anni prima, e mentre Meredith si sofferma su quelle righe, per un attimo sua figlia vede crollare la maschera che indossa. Sua madre le appare per la prima volta commossa e smarrita. 
Da quel momento Edith cercherà di scoprire cosa nasconde il passato della madre, cosa accadde nell'anno in cui, allora tredicenne e sfollata a causa della guerra, fu ospitata a Milderhurst Castle, un castello abitato da tre sorelle e dal loro padre, un noto scrittore.
Come accade con i libri della Morton, la parte più difficile è sempre interrompere la lettura. Il suo stile scorrevole, coinvolgente e avvolgente, si impadronisce del lettore che, pagina dopo pagina, sente accrescere il desiderio di venire a capo del mistero. Altre costanti dello stile Morton sono l'alternarsi dei piani temporali, presente e passato che si intrecciano, e la presenza di figure femminili potenti, profonde, ammalianti.
Le sorelle Blythe emergono quasi prepotentemente dalle pagine. Percy, con il suo pragmatismo, il portamento eretto e quel legame quasi morboso con il castello, Saffy, dolce, sognatrice e remissiva, e poi Juniper, una creatura eterea dagli occhi felini e dallo spirito indomito.
Le descrizioni ambientali sono sublimi, ancora adesso non riesco a scrollarmi di dosso l'impressione di essermi aggirata nei corridoi bui del castello, di aver sorseggiato un tè nel salotto giallo, di essermi affacciata dalla finestra della torre con le sue vertigini e i suoi segreti.
Forse, rispetto ad altri libri dell'autrice, in questo ho riscontrato qualche difficoltà in più ad adattarmi ai dislivelli temporali, ma anche questa lettura è andata a confermare una sensazione che coltivo da tempo.
Da quando ho scoperto questa autrice, i suoi libri sono diventati per me come i cioccolatini che preferisco: cerco di conservarli per momenti speciali e centellinarli per non rimanere senza. Adesso mi rimane da leggere Ritorno a Riveron Manor e poi so già che entrerò in crisi di astinenza. 

La mia nota curiosa 
Il prossimo libro di Kate Morton dovrebbe essere pubblicato in autunno.

Frase sottolineata
Era una sensazione che avrei imparato a conoscere bene, lo strano isolamento all'interno del castello. Il modo in cui là dentro i suoni, i colori, gli odori dell'esterno sembravano risucchiati dalle vecchie pietre e incapaci di riemergere. Era come se nel corso dei secoli i pori dell'arenaria avessero assorbito e intrappolato vecchie immagini creando una barriera fra l'interno e l'esterno, ormai diventata invalicabile.

VALUTAZIONE
- Sorrisi  - Lacrime  - Risate X - Suspense  - Brividi  - Rabbia X



VOTO
Più che bello.


Profumosità



Commenti

  1. Adoro la Morton proprio dopo aver letto questo romanzo. Dopo non me ne sono persa uno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effetto Morton: ne leggi uno e devi averli tutti!!! ^-^

      Elimina
  2. Io su questo argomento sono ripetitiva fino alla nausea...la adoro!!!! Leggili tutti, non sono mai scontati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente leggerò presto anche l'altro, vorrei solo essere sicura che l'ultimo arriverà ad ottobre anche in Italia e non solo all'estero, perché se no come faccio dopo? *-*

      Elimina
  3. Sicuramente leggere 600 pagine in tre notti vuol dire avere tra le mani un libro avvincente che cattura. Voglio provare anch'io a leggere qualcosa di questa autrice. Secondo te da quale libro dovrei iniziare? Complimenti per la recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, aquila *-*
      oltre questo, ho letto Il giardino dei segreti e L'ombra del silenzio, mi sono piaciuti tutti tantissimo! ti consiglio L'ombra del silenzio giusto perché è il mio preferito finora :)
      spero questa autrice possa appassionare anche te!

      Elimina
  4. Adoro i personaggi femminili forti e determinanti in un libro, ma la Morton affascina per la completezza dei suoi romanzi, dentro c'è tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, Cuore...i suoi sono dei romanzi ricchissimi :)

      Elimina
  5. Pronto da leggere, ma voglio avere il tempo di gustarmelo per bene quindi probabilmente lo leggerò in agosto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì dany! è un libro da gustare questo :)

      Elimina
    2. Ciao! mi chiamo Martina! vorrei sapere come si fa x seguire il tuo blog o se hai una pagina Facebook! :)

      Elimina
    3. ciao Martina e benvenuta :) per seguire il blog basta cliccare su Unisciti a questo sito, trovi il box dei lettori fissi sulla colonna destra. La pagina fb si chiama come il blog, La ragazza che annusava i libri. Grazie mille ^-^

      Elimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari