Schegge d'inchiostro: Se mi vuoi bene - F. Brizzi

Rubrica settimanale in cui vi proporrò uno stralcio di una lettura a mia scelta.



Ho sempre amato gli intervalli.
A scuola, al cinema, a teatro e in televisione [...] 
Amo qualsiasi tipo di intervallo, un tempo sospeso, un meraviglioso sabato del villaggio nel quale non devi far altro che attendere un momento successivo, un dopo che sarà certamente migliore del prima.
I dopo, in realtà, sono sempre migliori dei prima, almeno fino a quando non diventano a loro volta prima. 
I dopo sono fatti così, sono inaffidabili e deludenti, non mantengono mai le promesse che ti hanno fatto.

Scheggia tratta dal libro Se mi vuoi bene di Fausto Brizzi.

Sono solo all'inizio di questo libro, e già mi sta trasmettendo tante emozioni. Riflessioni che si fanno spazio sgomitando, pensieri amari e allo stesso tempo comici, perché la vita non è mai bianco o nero, è un insieme variegato ti inaspettate sfumature.
Ho scelto questa scheggia perché racchiude un pensiero ricorrente della vita di Diego, il nostro protagonista di mezza età: la vita si rivela spesso molto diversa dalle aspettative, e le promesse dei vent'anni non sono sempre destinate a trasformarsi in realtà. E allora come reinventarsi? Dove trovare la forza di reagire?




Nei prossimi giorni vi farò sapere il mio parere definitivo sul libro,
nel frattempo aspetto le vostre sensazioni sulla scheggia di oggi!

Commenti

  1. E' da un pò che ho adocchiato questo libro e spero di leggerlo presto! Aspetto di conoscere la tua opinione! Ciao Maria

    RispondiElimina
  2. Com'è che diceva quella pubblicità? "E se l'attesa del piacere fosse essa stessa il piacere?".. Mi aveva fatto riflettere tanto, e questa scheggia ribadisce lo stesso concetto.. Spero di riuscire presto a procurarmi questo secondo lavoro di Brizzi, che immagino sarà all'altezza del romanzo d'esordio!

    RispondiElimina
  3. piacere total!!
    grazie per le post!!!
    baccio per tutti le blog!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari