#7 Inchiostro e seta

Rubrica a cura di una giovane scrittrice che, una volta al mese,
vi farà entrare nel suo mondo di suggestioni, arte e magia.




Alessandro Baricco, in Seta, suona la storia come fosse un pianoforte. Passa sui tasti dita leggere, suscitando note delicate, fragili, che raccontano una storia impalpabile. Di amore, di sensazioni, un racconto che si sviluppa in emozioni più che in paesaggi. Una vicenda immaginosa e fiabesca. 


C’era una voliera, nel bosco. 
Al limitare tra gli alberi e il villaggio. Uccelli splendidi, di ogni colore e ogni aspetto, attendevano con pazienza di essere liberati. Una lanterna arancione splendeva nella luce del crepuscolo, muto segnale di un amore fatto di sguardi. Seta morbida, come un velo, sfiorava la pelle bagnata, accarezzando le gocce d’acqua come fossero perle. Lunghi capelli neri, lisci, mai raccolti, cadevano come seta su un viso leggero. Il sole sorgeva a Lavilledieu. Solleticava il lago e la seta nata dalla filanda. Un uomo, nella sua villa immersa nel verde, raccontava storie incredibili. Storie di un mondo misterioso, un mondo intessuto nella seta e dipinto con l’inchiostro nero. Raccontava il Giappone, piano. Quando avvertiva il peso della solitudine, quando l’assenza diventava opprimente, andava al cimitero. Una corona di minuscoli fiori blu giaceva sulla tomba di una donna. Una donna dalla voce bellissima. 
C’era una voliera, nel parco della grande casa. Era vuota.



Avete letto Seta? Anche a voi ha suscitato la sensazione che ogni capitolo fosse una piccola poesia? Siete rimasti affascinati dallo stile sussurrato di Baricco?

Commenti

  1. Baricco...decisamente no, non ho avuto le tue stesse sensazioni anzi lo stile non mi è proprio piaciuto e nemmeno la storia, troppo breve per coinvolgermi e poi boh...non lo capisco!...primo e ultimo libro letto dell'autore in questione! XD Seta è uno di quei romanzi che divide i lettori, chi lo ama e chi lo "odia"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pila! Grazie di avermi letta :) Hai ragione, credo che Baricco più di altri abbia la capacità di dividere i lettori, proprio perché ha uno stile molto particolare. Questo libro è molto fiabesco, fatto di sensazioni che evocano immagini piuttosto che di descrizioni e narrazioni lineari e proprio per questo per me è stato molto suggestivo. E' stato piacevole questo confronto :) A presto!

      Elimina
  2. Ciao cara ^^ abbiamo votato il tuo blog per il premio Liebster Award 2015, sperando che non lo avessi ancora ricevuto!! Sei invitata a rispondere a delle semplici domande, ecco qui il link:
    http://unbuonlibrononfinisce-mai.blogspot.it/2015/03/liebster-award-2015.html

    Complimenti sempre per il tuo blog *-*
    Christy

    RispondiElimina
  3. mi è piaciuto molto Seta, ma secondo me non è il libro migliore di Baricco....
    se oltre leggere ti piace cucinare dolci, vieni a vedere l'iniziativa del mio blog, c'è anche un piccolo premio per il vincitore!
    http://lalepremarzolina.blogspot.it/2015/03/dolce-leggere-leggiamo-e-cuciniamo.html

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.