#9 Amore a prima vista: La felicità delle piccole cose - C. Vermalle

Rubrica settimanale, ideata da me, in cui vi presenterò le copertine che mi hanno
conquistato al primo sguardo.




Presentazione del libro:
Titolo: La felicità delle piccole cose
Autore: Caroline Vermalle
Editore: Feltrinelli
Formato: rilegato

Sinossi
Parigi. La neve cade dolcemente sulla città, ammantando di bianco la Tour Eiffel, Notre-Dame e il Panthéon, come in una cartolina. Un uomo passeggia lungo la Senna diretto verso casa, un elegante palazzo sull'Ile Saint-Louis. E Frédéric Solis, avvocato di successo con la passione per i quadri impressionisti. Affascinante, ricco e talentuoso, Frédéric sembra avere tutto quello che si può desiderare dalla vita. Gli manca una famiglia, ma dopo essere stato abbandonato dal padre molti anni prima, ha preferito circondarsi di oggetti lussuosi e belle donne piuttosto che mettere ancora in gioco il suo cuore ferito. Fino a quando, un giorno, scopre di aver ricevuto una strana eredità, che consiste in una manciata di misteriosi biglietti e in un disegno che ha tutta l'aria di essere una mappa. Cosa nasconderanno quegli indizi? Convinto di essere sulle tracce di un quadro dimenticato di Monet, Frédéric decide di tentare di decifrare la mappa. Grazie all'aiuto della giovane e stralunata assistente Pétronille, inizia così un viaggio lungo i paesaggi innevati del Nord della Francia, tra i luoghi prediletti dai suoi amati impressionisti: Eragny, Vétheuil, il giardino di Monet, con una tappa d'obbligo al Musée d'Orsay. Di incontro in incontro, di sorpresa in sorpresa, torneranno a galla ricordi che Frédéric credeva di aver dimenticato, e un tesoro ben più prezioso di qualsiasi ricchezza.

Cosa mi ha colpito?
La prima cosa ad attirare la mia attenzione su questo libro è stata sicuramente la sfera di neve. E' uno di quegli oggetti che amo, carico di significati e desideri, un piccolo mondo protetto dallo spazio circostante, in cui il tempo si ferma e due stagioni si alternano in un circolo eterno. Prendendo il libro tra le mani mi sono concentrata sul titolo, semplice ma d'effetto. Cosa c'è di più bello delle piccole cose? Dei gesti semplici e genuini? Un autentico richiamo, per me che ne ho fatto una filosofia di vita. Leggendo velocemente la sinossi ho scorto il nome di un artista francese che amo, Monét. Perfetto, il quadro era al completo e il libro sarebbe stato mio. Eppure, per una serie di coincidenze sono uscita dalla libreria a mani vuote. Solo qualche giorno dopo scartando il regalo di un'amica - una cara e adorabile amica - mi sono trovata davanti la stessa cover. Se questa non è serendipità.

Impressioni post-lettura
Attende di essere letto.


E voi cosa ne pensate di questa cover?

Commenti

  1. A me la cover non piace particolarmente ma il libro l'ho adorato. Credo che ne comprerò 18 copie e lo regalerò a tutte le persone a me care :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello sentirtelo dire, Nadia! :) ora sono ancora più impaziente di leggerlo!

      Elimina
  2. Che titolo dolcissimo! aspetto di leggere qualche recensione..

    RispondiElimina
  3. Infatti la cover è molto bella. Anche io la prima cosa che mi colpisce è proprio la copertina e poi il titolo . Credo che lo comprerò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è sempre strano notare che non sono l'unica ad essere catturata da certi dettagli ^-^

      Elimina
  4. Questo libro è carinissimo!!! Io ce l'ho tra gli obiettivi della Challenge! Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  5. Tutto di questo libro mi incuriosisce: il titolo, la trama e anche la cover. Forse però, se come simbolo di Parigi ci fosse stato qualcos'altro e non la solita Torre Eiffel, lo avrei apprezzato ancor di più!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo, la Torre è un po' troppo inflazionata, anche se mantiene il suo fascino ;)

      Elimina
  6. Un libro che si addice a te Annusalibri...uno di quei doni che si fanno sicuri di non sbagliare, fatti con il cuore

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.