Schegge d'inchiostro: La memoria dei fiori - Rywka Lipszyc

Rubrica settimanale in cui vi proporrò uno stralcio di una lettura a mia scelta.




A volte penso che la vita sia una strada buia. Su questa strada crescono fiori delicati. Sono fiori sofferenti, che non riescono a respirare per colpa dei rovi. Ai fiori non resta altra scelta che diventare a loro volta rovi o camminare in silenzio in mezzo alle spine. Non sempre ci riescono, ma quando accade si tratta di un vero e proprio miracolo. E questi miracoli li compiono ogni giorno gli ebrei che sopportano in silenzio la sofferenza in vista di un fine più grande. 
Penso che la vita sia difficile, e bellissima.

Scheggia tratta dal libro La memoria dei fiori di Rywka Lipszyc

Questa frase è tratta dal libro che sto leggendo, La memoria dei fiori, inviatomi in anteprima dalla Garzanti, e disponibile in libreria dal 15 gennaio. Sembrerebbe una delle tante frasi sulla shoah, ma è qualcosa di molto diverso. E' una frase scritta sul suo diario da Rywka, una ragazzina che a quattordici anni si trova a vivere in un ghetto, a lavorare, a patire la fame, intrappolata in un incubo, tra il dolore acuto causato dai ricordi di un passato dolce, il passato della sua infanzia prima della guerra, e il dolore altrettanto atroce di un futuro senza luce. E tuttavia Rywka non si arrende, cerca disperatamente la speranza e la vita.
Nei prossimi giorni pubblicherò la recensione, intanto, se vi va, aspetto le vostre sensazioni in merito a questa scheggia .





Commenti

  1. Wow. Questa scheggia è incredibilmente tagliente ed emozionante.
    Aspetto la recensione!!

    RispondiElimina
  2. Deve essere un libro toccante, dove questa volta i personaggi sono realmente esistiti.

    RispondiElimina
  3. Lo sto leggendo proprio in questi giorni. Bellissimo, toccante. Non riesco a staccarmene. Riesco quasi a immaginarla, Rywka.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, Antonella, ho vissuto questa lettura con la stessa intensità...

      Elimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari