#6

Appuntamento bisettimanale in cui vi aggiornerò sulle mie new entry.


Buonasera lettori :)
E' un po' che non condivido con voi le novità riguardanti i miei acquisti, in realtà perché nel periodo pre-natalizio ho cercato di tenere a freno le mie manie da shopping libresco compulsivo. Ebbene sì, di tanto in tanto mi illudo di riuscire a tenermi lontana dalle librerie, onde poi ricascarci con immensa e amplificata soddisfazione.
Quindi vi presento con piacere gli ultimi arrivati!

L'ultima traccia - Charlotte Link - Tea

La vita della ventitreenne Elaine Dawson sembra un susseguirsi di delusioni e fallimenti. Per questo Elaine non resta troppo sorpresa quando, in una fredda giornata di gennaio del 2003, i suoi progetti vanno nuovamente in fumo: è in partenza per partecipare al matrimonio di un'amica a Gibilterra, e tutti i voli da Heathrow vengono cancellati a causa della nebbia. Ma forse questa volta succederà qualcosa di inaspettato che darà una svolta alla sua vita: un affascinante sconosciuto le offre di andare a pernottare a casa sua, vicino all'aeroporto, invece di accamparsi nella squallida sala d'attesa fino al giorno dopo. Elaine accetta. Da quel momento nessuno la rivedrà più. Cinque anni dopo, l'amica e giornalista Rosanna Hamilton si occupa del suo caso nell'ambito di una serie di articoli su persone scomparse senza lasciare traccia. Al suo fianco l'avvocato Marc Reeve: l'uomo che all'epoca ospitò Elaine. Sebbene gli inquirenti non avessero mai pronunciato accuse nei suoi confronti, il sospetto era stato sufficiente a rovinargli carriera e vita privata. Improvvisamente spuntano degli indizi che Elaine sia ancora viva. A Rosanna e Marc non resta che seguire questa traccia, ignari dei pericoli che li attendono...
Dopo aver letto Oltre le apparenze quest'autrice si è meritata tutta la mia fiducia, per cui era d'obbligo avere un altro titolo in libreria.

Noah - Sebastian Fitzek - Einaudi

Non sa come si chiama, né da dove viene. Non ha casa, soldi, memoria. Non gli restano che una ferita d'arma da fuoco a una spalla e un nome tatuato sul palmo della mano: Noah. Febbraio, Berlino. Insieme a Oscar, Noah fa la coda fuori da un asilo per senzatetto. Ma non sa se il suo nome sia davvero Noah, né se lui sia davvero un barbone. Sa di parlare tedesco con un accento strano, e che Oscar - senzatetto vero, fissato con la numerologia e le cospirazioni l'ha trovato agonizzante vicino a dei binari. Ma come recuperare la memoria? Come capire chi è e perché qualcuno ha tentato di ucciderlo? Se Noah potesse prevedere il vortice di eventi in cui lo trascinerà la ricerca del passato, forse rimarrebbe in quella coda. Ma l'istinto lo spinge ad andare avanti.
Regalo di Natale di cognatina e fratellino ^-^
Io adoro Fitzek, per cui non avrei potuto essere più felice nel ricevere il suo ultimo libro!


Un regalo che non ti aspetti - Daniel Glattauer - Feltrinelli

A Gerold Plassek piacciono le cose semplici. Lavora come giornalista per un quotidiano freepress, dove si occupa, senza troppe ambizioni, di cronaca locale. E trascorre gran parte del suo tempo da Zoltan, il bar sotto casa diventato ormai una specie di prolungamento del suo salotto. Una vita facile, basata su tre principi cardine: faticare il meno possibile, stare nell'ombra e trincerarsi dietro a una rassicurante routine. Quando un'ex fidanzata gli chiede di occuparsi per qualche mese del figlio quattordicenne Manuel, Gerold è tutt'altro che felice. Avere un adolescente tra i piedi mina il suo equilibrio, tanto più che la donna gli confessa senza troppi preamboli che il figlio è anche suo. Ignaro di tutto, Manuel passa i suoi pomeriggi nell'ufficio del padre, che si finge indaffaratissimo...a far niente. Ma un giorno la situazione si complica. Dopo l'uscita di un articolo di Gerold su un rifugio per senzatetto, il centro di accoglienza riceve una donazione anonima. Nella busta, diecimila euro e il ritaglio del giornale. La stessa cosa si ripete a ogni pezzo successivo, tanto che, da sconosciuto giornalista, Gerold diventa suo malgrado sempre più popolare. Ma chi è il misterioso benefattore? Che motivazioni ha? E Manuel e Gerold, uniti da questa impresa, riusciranno a dargli un volto?
Regalo del mio maritino che giusto ieri mi ha reso felicissima facendomi trovare questo pacchetto sul comodino. Ho letto tutti i libri di Glattauer e questo non poteva mancare nella mia libreria!

Tutto torna - Giulia Carcasi - Feltrinelli

Diego lavora alla revisione di un vocabolario. Nei barattoli delle parole chiude tutto quello che riesce a definire. E pratica che gli viene naturale anche nella vita. Cataloga ogni istante: luogo data ora. In uno dei suoi continui spostamenti tra Roma e Pisa, dove insegna, il treno si ferma in galleria per un guasto, le luci si spengono. Nel buio Diego sviene. Una voce arriva lontanissima a tirarlo fuori dalla vaghezza: Antonia. Ieri diventa oggi e domani ieri, l'ordine e la memoria di Diego si allentano. E come se Antonia ci fosse sempre stata eppure non c'era. La loro è una storia d'amore che vuole la perfezione. Più sono vicini, più forte è il rischio che il cerchio si spezzi. Basta una menzogna. Contro ogni logica, l'inganno si rivela più forte della verità e la verità più forte dell'inganno.
Ammetto che la cover di questo libro non mi ha per niente colpita, tuttavia facendo un giro in libreria me lo sono ritrovato tra le mani e la trama mi è sembrata carina. Non ho ancora letto niente di questa autrice.

Le tre minestre - Andrea Vitali - Mondadori

Le tre minestre che danno il titolo al racconto autobiografico di Andrea Vitali rappresentano le tre zie che accompagnano gli anni della sua infanzia. Siamo in un'Italia di provincia, negli anni Sessanta, dove ancora si parla il dialetto e le zie circondano il ragazzino con un affetto "rustico ma profumato". Ne emerge uno spaccato di vita vissuta e di costume di grande suggestione, delicatamente nostalgico e al contempo ironico. Un autentico tuffo nel passato al quale contribuisce anche il verace ricettario della tradizione locale che affonda le radici nel territorio, tra le sponde del lago di Como e le valli retrostanti.
Lettura suggeritami da un'amica che l'ha definita 'piacevole'. E siccome Vitali mi piace ho accettato volentieri il consiglio.


L'altra. Storia di un'amante - Elvira Serra - Mondadori

Mr Darcy era perfetto. (Quasi perfetto, se si esclude che aveva moglie e figli). Stesse origini, stesse montagne intorno alla loro infanzia, il primo bagno nello stesso mare, stessi anni all'università nella stessa città. Ma lui e lei si conosceranno solo da adulti, per un miracolo di coincidenze. E allora innamorarsi sarà un attimo, a dispetto dello stato civile di lui. Lei, una giornalista di un importante quotidiano nazionale, è sentimentalmente libera. Lui è un manager, sempre in viaggio per lavoro. Abitano in città lontane, ma la distanza sembra svanire. Si incontrano ogni volta che è possibile, a casa di lei, come due fidanzati. E gli ostacoli paiono superabili. Perché lei è l'Altra, anche se non si sente mai tale, almeno all'inizio. E perché lei e Darcy vivono dentro una bolla di felicità, i cui confini diventano, giorno dopo giorno, più stretti e fragili. Lui, ogni sera, torna dalla famiglia vera, nella sua casa vera, di cui quella milanese è la copia contraffatta. "L'Altra" è la storia di un'amante, etimologicamente colei che ama, in questo caso un uomo che non è libero; il resoconto di un anno pieno di amore, ma anche di dolore, di riflessioni scomode. Per scoprire se trionferà l'amore e per chi, il lettore dovrà arrivare all'ultima pagina di questo racconto serrato, romanticissimo, ma anche autoironico, che non fa sconti a nessuno. Perché l'happy end, se ci sarà, avrà un prezzo. Per tutti.
Una lettura che mi incuriosisce, trattandosi di un'autobiografia. Mi ha attratto il titolo, diretto ed essenziale, e spero di trovare una lettura autentica, priva di fronzoli.

Adesso aspetto i vostri pareri su questi titoli! Ne conoscete qualcuno o magari vi ha incuriosito?



Commenti

  1. Non ne conosco nemmeno uno accidenti!! XD La Link però non mi dispiace... ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono stata conquistata dal suo modo di scrivere! :)

      Elimina
  2. Della Carcasi ho letto parecchio tempo fa "Io sono di legno "e devo dire che è stata una bella sorpresa, libro ben scritto e storia scorrevole... Questo non lo conosco.
    Fammi sapere cosa ne pensi delle tre zie Minestre /Ministre!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.