venerdì 29 agosto 2014

Book Tag: Per ogni lettera un libro

Eccomi a presentarvi un giochino molto divertente visto che produce consigli letterari!
Ringrazio Alenixedda del blog Da una stella cadente all'altra per il tag!
Il gioco è semplicissimo: vengono assegnate delle lettere che bisogna associare a dei titoli.


Queste le lettere assegnate a me:  C Q S I P
C - Cento giorni di felicità - Fausto Brizzi
Lucio è un quarantenne un po' immaturo, con un'esistenza comune, finché un giorno riceve una visita inaspettata: un tumore al fegato, da lui ribattezzato l'amico Fritz. La sua vita da quel momento avrà una data di scadenza che lo porterà a vivere con grande intensità i suoi ultimi 100 giorni. Molto bello. Procurarsi ciambelle con lo zucchero e fazzoletti durante la lettura.
Q - Quinta colonna - Agatha Christie
Sono un'appassionata della regina del giallo, amo Poirot e Miss Marple e, a differenza di tanti, conosco anche Tommy e Tuppence, coppia di divertenti detective dilettanti.
Quinta colonna è ambientato nella seconda guerra mondiale e i due coniugi sono alla ricerca di due temibili agenti segreti nazistiDiciamo che le storie che li vedono come protagonisti non sono tra le mie preferite però lo humor della Christie rende la lettura godibile. 
S - Schegge - Sebastian Fitzek
Mark Lucas, avvocato vedovo, decide di sottoporsi ad un esperimento psichiatrico per cancellare dalla sua memoria il ricordo dell'incidente in cui la moglie, in attesa del loro bambino, perse la vita. Ma da quel momento la sua vita verrà sconvolta e tutte le sue convinzioni sovvertite. Io adoro Fitzek ma questo, fra tutti, è quello che mi è piaciuto meno, finale troppo inverosimile. In ogni caso ha un modo di scrivere che tiene incollati alle pagine.
I - Io uccido - Giorgio Faletti
Qual è l'identità del serial killer che terrorizza il Principato di Monaco facendo precedere i suoi crimini da una telefonata alla radio? Giallo perfetto, thriller affascinante, ben scritto, fluido e trascinante. 
P - Per sempre tuo - Daniel Glattauer
Judith, trentasettenne e ironica Bridge Jones, si imbatte casualmente in Hannes,  un uomo apparentemente perfetto, dolce e pieno di attenzioni. Tuttavia c'è in lui qualcosa di poco chiaro, di ambiguo e allarmante.
Un libro che lì per lì non sono riuscita ad inquadrare bene ma che a posteriori mi ha lasciato un'impressione positiva. 

E ora le nomination:
- La libridinosa F L S M C
Fateci scoprire nuove letture! :)


giovedì 28 agosto 2014

Estraniarsi dal mondo

Gioie, abitudini e manie di una lettrice compulsiva.



Qualche giorno fa mi rilassavo a bordo piscina con delle amiche e riflettevo su quanto siano fortunati i lettori: un mondo a portata di mano, ovunque.
In pochi centimetri, che con gli ereader sono diventati addirittura millimetri, si nasconde un portale per un universo parallelo nel quale nuove conoscenze attendono il lettore, luoghi sconosciuti da visitare, nuove menti da esplorare.
E così mentre le altre prendevano il sole, si lanciavano in una scatenata zumba, o in chiacchiere da ombrellone, io vagavo tutta assorta per le strade di un borgo antico, sorseggiavo un delizioso latte alla vaniglia ridendo di gusto, e il chiacchiericcio si faceva sempre più lontano, non sentivo più la voce dello speaker e gli schiamazzi dei bambini in acqua: tutto era diventato un sottofondo impercettibile.
Il potere estraniante dei libri è qualcosa che mi ha sempre affascinata, sin da bambina mi chiudevo in stanza con un libro sulle ginocchia, mi posizionavo tra il muro e l'armadio e...mi perdevo. Ancora oggi ricordando quei momenti ho la nitida impressione che, tra il muro e l'armadio, ci fosse qualcosa di magico, una porticina che conducesse nel paese delle meraviglie, quello dei miei libri.
Quando mamma a sera inoltrata veniva ad accertarsi che ci fossi ancora, nel preciso istante in cui spalancava la porta e la luce del corridoio inondava la camera, l'incantesimo si spezzava, la porticina spariva e i personaggi si dileguavano.
Il fatto che dopo tanti anni questa magia si ripeta ancora, la fatica che spesso provo nel tornare alla realtà dopo essermi totalmente immersa in una storia, la sensazione, spesso inconscia e impalpabile, di aver viaggiato e fatto nuovi incontri, che rimane incollata addosso dopo aver terminato un libro, sono per me dei chiari segni di quanto amare la lettura sia un vero privilegio.
Quanti non-lettori possono dire di aver viaggiato rimanendo comodamente seduti in poltrona? Quanti hanno la possibilità di premere un interruttore e trovarsi all'improvviso altrove? Di godere della compagnia di persone di epoche e luoghi lontani? Tu chiamale, se vuoi, emozioni [da lettrice].



mercoledì 20 agosto 2014

Premio: The Very Inspiring Blogger Award

Buongiorno librodipendenti!
Oggi la giornata è iniziata proprio bene, con una bellissima sorpresa:
La ragazza che annusava i libri ha ricevuto un premio!


Innanzitutto ringrazio la dolcissima Sara di Jump into my life per avermelo assegnato: è stata davvero una grande gioia leggere il tuo messaggio!

Le regole del premio prevedono:
- Ringraziare e seguire chi ti ha nominato;
- Condividere 7 fatti su di te;
- Nominare altri 15 blog e avvertirli con un messaggio;
- Mostrare il logo del premio sul blog.

Sette curiosità su di me:
- Colleziono tazze e calzini buffi.
- Sono felicemente sposata da 3 anni con un non-lettore che sopporta tutte le mie manie da librodipendente, compresi gli interminabili pomeriggi in libreria. Abbiamo una meravigliosa bimba di 1 anno, anche lei già piena di libri.
- Ho una laurea in Psicologia, tengo corsi di training autogeno e lavoro con bambini con difficoltà di apprendimento.
- Ho 6 tatuaggi.
- Leggo a testa in giù. E ovunque.
- Bevo molto caffè, con molto zucchero.
- Mi commuovo spesso. Anche guardando i cartoni animati.

 E adesso veniamo ai blog da nominare! Premetto subito che non saranno 15 ma, seguendo l'esempio di altri blog, anziché stilare un elenco sterile intendo motivare le mie scelte così da rendere questo premio ancora più significativo. 

- La Libridinosa : la prima non potevi che essere tu!
I motivi per cui adoro il tuo blog sono davvero tanti ma posso riassumerli in uno solo: adoro te! E capeit 'u fatt? 

- Scribacchiando in soffitta : al vostro blog mi ci sono affezionata fin da subito! Un posticino accogliente dove, grazie a voi, ci si sente subito a casa. E si respira profumo di libri, sapete che me ne intendo.
 
Stories : un bellissimo blog che parla di libri e film in modo simpatico e accattivante.

- Da una stella cadente all'altra :  questa è una scelta curiosa. Ho conosciuto proprio oggi questo carinissimo blog e sono diventata la lettrice numero 100, mi sembrava un bel modo per festeggiare!

Geeky Bookers : un blog nel quale troverete tanti preziosi consigli su libri, film e musica!



giovedì 14 agosto 2014

Summer Giveaway - Vinci un buono libri!

Buongiorno librodipedenti!!
Sono felicissima di comunicarvi che oggi prende il via il primo Summer Giveaway del blog!
La ragazza che annusava i libri e Cose da lettori uniscono le forze per regalarvi librosissimi premi.


COSA SI VINCE?
Ci saranno due vincitori:
- Il primo estratto vincerà un buono libri del valore di 10€ (utilizzabile on-line o nelle librerie della catena) + 5 Segnalibri letterari firmati Cose da lettori.
- Il secondo estratto vincerà 5 Segnalibri letterari firmati Cose da lettori.


COME PARTECIPARE?
Le regole per partecipare sono molto semplici:
1.  Bisogna unirsi ai lettori fedeli del blog La ragazza che annusava i libri cliccando su 'Unisciti a questo sito' nella colonna destra.
2.  Diventare fan della pagina facebook Cose da lettori.
3.  Diventare followers su twitter del profilo collegato al blog  La librodipendente.
[chi non avesse un profilo twitter è libero di saltare il punto 3]
4. Condividere sui propri social network (fb, g+, twitter...) il link di questo concorso.
http://laragazzacheannusavailibri.blogspot.it/2014/08/summer-giveaway-vinci-un-buono-libri.html
5. Confermare la partecipazione al Giveaway lasciando un commento sotto questo post che includa:
- indirizzo email
- link delle eventuali condivisioni

Il termine ultimo per partecipare al Summer Giveaway 
è il 15 settembre alle ore 12:00.


A tutti i partecipanti verrà assegnato un numero, 
i vincitori verranno scelti tramite estrazione random e avvisati tramite email.

Si ricorda che:
- Questo Blog non ha alcun intento commerciale 
- Questo Blog non ha sponsor né affiliazioni con terzi che potrebbero trarre vantaggio dall’organizzazione del giveaway 




martedì 12 agosto 2014

Recensione 'Olivia - Ovvero la lista dei sogni possibili' di Paola Calvetti


TITOLO: Olivia - Ovvero la lista dei sogni possibili
AUTORE: Paola Calvetti
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 182
GENERE: letteratura italiana
PREZZO: 9.50 €
eBOOK ita: 6.99 €


Olivia, in una fredda giornata di dicembre, regge una scatola che contiene ciò che rimane del suo lavoro, ha delle scarpe inadatte alla neve e tante incertezze che le annebbiano la vista. Si rifugia in un bar tabacchi alla ricerca di un po' di calore e, complici la cioccolata calda e l'ambiente protetto del locale, passa in rassegna la sua vita, i suoi ricordi e i suoi sogni, cercando nuovi spunti dai quali ripartire. Olivia non sa ancora che la sua vita è legata da un filo invisibile a quella di Diego, da quando, ancora bambini, le loro anime si parlarono per la prima volta. 
Un storia bellissima e avvolgente, dai toni fiabeschi, narrata con tono dolce e sognante, che ti lascia un bagaglio di speranza e meraviglia. Una storia che parla d'amore e affronta con tocco delicato il tema della morte e dei fallimenti personali, che ti presenta con freschezza due personaggi che il lettore si trova davanti esattamente come in una polaroid che, catturando l'attimo, lascia trasparire fino in fondo pensieri e paure. 
L'impressione del lettore è quella di essere seduto nello stesso bar in cui si trova Olivia,  provando a leggerne da lontano espressioni e gesti e diventando partecipe delle sue emozioni.
Mi sono rivista molto in Olivia, nel suo essere al contempo solare e nostalgica, nel suo percepirsi sicura delle proprie capacità ma anche inadatta e diversa rispetto agli altri, nella sua 'mania' per le liste e per gli attimi apparentemente banali. 
E' un libro ben scritto che invita il lettore a riscoprire la gioia delle piccole cose e a trovare vie alternative quando la vita pone degli ostacoli. Il messaggio è che si può sempre ricominciare perché se noi piantiamo desideri, qualcosa prima o poi succederà.


La mia nota curiosa
Esiste un booktrailer del libro, per vederlo basta cliccare qui.

Frase sottolineata
<<L'infelicità>> sussurrava la nonna come a svelarmi uno dei suoi segreti <<è non avere abbastanza desideri>>.
VALUTAZIONE

- Sorrisi 
- Lacrime 
- Risate 
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia  

VOTO
Profumosità

giovedì 7 agosto 2014

Recensione 'Borgo Propizio' di Loredana Limone

TITOLO: Borgo Propizio
AUTORE: Loredana Limone
EDITORE: Tea 
PAGINE: 289
GENERE: letteratura italiana
PREZZO: 9.00 €
eBOOK ita: 6.99 €

Borgo Propizio è molto più di un paese in collina. E' il luogo ideale in cui ritrovare la gioia di vivere, realizzare piccoli, grandi sogni, trovare l'amore e riscoprire sé stessi.
In questo romanzo diverse vite si intrecciano con tocco fluente e delicato, esistenze semplici e umane che, proprio in quanto tali, conquistano, emozionano e strappano più di un sorriso. Come la vita di Mariolina che, ormai varcata la soglia dei quaranta, viene inaspettatamente travolta dall'amore per Ruggero, passionale operaio dalle grandi ambizioni. O quella della giovane Belinda, che sogna di aprire una latteria e ricominciare, proprio tra le mura del borgo. O le vite dei suoi genitori, Cesare e Claudia, il cui matrimonio sembra aver bisogno di nuova linfa. 
Un romanzo fresco e piacevole, con personaggi sapientemente delineati da un'abile penna.
I miei complimenti all'autrice che è riuscita a creare un luogo incantato, a dar vita ad un posto rasserenante, dove il lettore desidera rifugiarsi, perdendosi tra le viuzze e i pettegolezzi del borgo che per me ha l'odore del latte alla vaniglia e il colore caldo del tramonto dietro le colline. 
Non posso quindi che consigliarvi una vacanza a Borgo Propizio, sono certa che il posto vi piacerà, che gli abitanti vi conquisteranno e che l'estate prossima avrete una gran voglia di ritornarci. O forse anche prima, visto che esiste già un seguito: E le stelle non stanno a guardare.

La mia nota curiosa:
Vorrei rassicurare coloro che hanno già divorato anche E le stelle non stanno a guardare. 
Non temete! Sembra che un terzo sia già in arrivo! Fonte Life&Style.

Frase sottolineata:
"Il vizio di tenere un libro in borsa, indipendentemente dalle dimensioni di quest'ultima, Claudia non se lo sarebbe tolto mai. Bulimica di libri, leggeva ogni attimo possibile, in qualunque angolo fosse. Trovava che i libri offrissero una sponda all'esistenza, che servissero a ridefinire gli orizzonti, tutti senza distinzione."
VALUTAZIONE

- Sorrisi 
- Lacrime 
- Risate 
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia  

VOTO


Profumosità

mercoledì 6 agosto 2014

Recensione 'L'amore bugiardo' di Gillian Flynn


TITOLO: L'amore bugiardo
AUTORE: Gillian Flynn
EDITORE: Rizzoli
PAGINE: 642
GENERE: letteratura straniera noir
PREZZO: 13.00 €
eBOOK ita: 8.99 €

Amy e Nick sembrano una coppia come tante al loro quinto anniversario di matrimonio. Ma proprio nel giorno di questa ricorrenza accade qualcosa di sconvolgente: Amy sparisce, aprendo dietro di sé un baratro di dubbi, atroci sospetti, allarmanti scoperte e mezze verità.
Dal momento della sparizione il lettore si troverà a porsi un'infinità di domande: E' stata rapita? E' stata uccisa? E' scappata di casa? E il marito ne sa qualcosa? E' un uomo confuso o solo un bugiardo? Chi è colpevole e chi innocente?
E nel frattempo, pagina dopo pagina, si scopriranno i retroscena di un rapporto di coppia tutt'altro che sereno e ordinario.
Durante la narrazione non potrete fare a meno di sostenere alternativamente l'uno o l'altra e molte delle vostre convinzioni verranno stravolte più e più volte.
Di questo libro ho apprezzato molto l'attenzione ai piccoli dettagli che ne fanno una lettura intrigante e coinvolgente, così come l'uso della prima persona da parte dei protagonisti che si alternano ad ogni capitolo cedendosi a vicenda il ruolo di narratore. Nick ed Amy sono molto ben delineati, in una caratterizzazione psicologica precisa e puntuale. 
Ho preferito la prima parte del romanzo alla seconda che ho trovato più inverosimile e angosciante, cosa che non mi ha comunque impedito di  divorarlo.
Una storia che vi travolgerà nella sua spirale di bugie.

La mia nota curiosa:
Per chi dopo la lettura avesse voglia di seguire Nick ed Amy sul grande schermo, il film sarà nelle sale il 18 dicembre 2014!

Frase sottolineata:
E poi sei lì sulla Settima Avenue a comprarti una vaschetta di melone a cubetti e ti imbatti in Nick Dunne e bang, ecco che vi vedete, ecco che vi riconoscete. Trovate memorabili le stesse cose. Marciate allo stesso ritmo. Vi corrispondete. A un tratto pensi solo leggere a letto e colazione della domenica e ridere di niente e la sua bocca sulla mia. Ed è tutto talmente oltre il non male che capisci subito che il non male è finito per sempre. E pensi: Ecco qui il resto della mia vita. Finalmente. 

VALUTAZIONE

- Sorrisi  
- Lacrime   
- Risate 
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia 

VOTO

 

Profumosità

sabato 2 agosto 2014

Recensione 'Io che amo solo te' di Luca Bianchini

TITOLO: Io che amo solo te
AUTORE: Luca Bianchini
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 262
GENERE: letteratura italiana
PREZZO: 16.00 €
eBOOK ita: 6.99 €

Io che amo solo te è stata per me una lettura inaspettata e deliziosa, che mi ha fatto letteralmente innamorare dei suoi personaggi e mi ha legato indissolubilmente all'autore, Luca Bianchini.
Si tratta di un libro che ho più volte consigliato su Cose da lettori  e non posso non recensire anche qui.
E' la storia di un matrimonio, di due famiglie, di amori diversi, di un paese che non si limita a fare da cornice. Il matrimonio è quello tra Damiano, figlio del ricco e rispettato 're delle patate' di Polignano a Mare, e Chiara, figlia di Ninella, vedova forte, indipendente e sensuale.
L'amore che fa da filo conduttore della storia tuttavia non è quello che unisce i futuri sposi ma quello tra i loro genitori, Don Mimì e Ninella, un amore all'epoca ostacolato dalla famiglia di lui, che riuscì a dividerli ma non a sopire i loro sentimenti, ora soffocati dai ruoli e dalle circostanze. All'ombra di questo amore senza tempo ne maturano degli altri: amori proibiti, incerti, sbagliati, passeggeri, che coinvolgono i membri delle due famiglie, Scagliusi e Casarano.
Il contesto è parte integrante del romanzo che ci guida tra le viuzze di Polignano, tra pettegolezzi sussurrati dietro le imposte, sorrisi di circostanza e pregiudizi radicati...e poi l'odore del mare, del caffè di Ninella, delle polpette della 'First Lady', moglie scontrosa e infelice di Don Mimì. I preparativi del matrimonio diventano quindi un evento comunitario di cui l'intero paese si sente partecipe e nel quale emergono tutti i tratti tipici di una certa mentalità del sud. E allora la cerimonia dovrà essere indimenticabile, lasciare a bocca aperta gli invitati e niente sarà lasciato al caso: dal servizio fotografico e video con tanto di "slow motion" e dissolvenze, al bouquet rigorosamente semicascante, al trucco della sposa affidato a Pascal, celebre truccatore di Bari, alle bomboniere con le iniziali degli sposi in rilievo, a un menù con decine di portate ad effetto. 
E' un romanzo vero, con protagonisti tutt'altro che perfetti ma che proprio in quanto tali attirano la simpatia e l'empatia del lettore.
Da un punto di vista stilistico l'autore usa un linguaggio semplice e scorrevole, arricchito da espressioni dialettali che rendono i personaggi ancora più realistici. Un libro che si fa leggere, un invito al matrimonio Scagliusi/Casarano, che vi strapperà tanti sorrisi ma anche attimi emotivamente più intensi. Consigliatissimo.


La mia nota curiosa:
Finito il libro, voltata l'ultima pagina, sperimenterete un'intensa e opprimente nostalgia dei personaggi, persino della signora Labbate. Correte in libreria e acquistate La cena di Natale, anche se siamo in agosto. Ritroverete tutti i protagonisti del primo libro e potrete godere di una nuova giornata in loro compagnia.

Frase sottolineata:
Mimì si fece coraggio e, senza neanche guardare sua moglie, si alzò dal tavolo e si avvicinò a quello di Ninella. Lei vide la vita che voleva venire a passi lenti verso di sé”.
VALUTAZIONE

- Sorrisi  
- Lacrime   
- Risate 
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia  

VOTO:
    
Profumosità:

*La scala dei voti va da 1 a 5*