Recensione 'Una piccola libreria a Parigi' di Nina George



TITOLO: Una piccola libreria a Parigi
AUTORE: Nina George
EDITORE: Sperling&Kupfer
PAGINE: 308
GENERE: romanzi stranieri
PREZZO: 16,90 €
eBOOK ita: 9.99 €

Jean Perdu è uno strano libraio, strano come la sua libreria galleggiante sulla Senna, la Farmacia Letteraria, dove consiglia i libri più adatti a guarire le 'malattie dell'anima'. 
Ma proprio monsieur Perdu custodisce nel suo cuore una ferita profonda e ancora infetta che lo porta  a tenersi lontano dalla vita che scorre al di là dei suoi libri.
Può un amore finito oltre vent'anni prima condizionare ancora la sua esistenza? Può una lettera mai aperta segnare il destino di un uomo?
A cinquant'anni Jean Perdu decide di affrontare il passato, di partire alla ricerca delle risposte che lo hanno tormentato per così tanto tempo.
Ciò che troverà lungo il viaggio lo sorprenderà.
Un libro meraviglioso, una storia che mi ha emozionato dalla prima all'ultima pagina, un'intera esistenza costruita su un grande dolore, i libri come unico rifugio e una costante paura della vita e della sua luce accecante. Ma non vivere non è forse la sofferenza peggiore? E Jean Perdu, con fatica e timore, comincia a scuotersi, a risvegliare il suo corpo sopito, a riacquistare gusto e olfatto e a fare i conti con l'ondata di emozioni che questa rinascita gli riverserà addosso.
Leggere questo libro significa desiderare un biglietto per Parigi con la convinzione che costeggiando la Senna ci ritroveremo davanti la libreria galleggiante e potremo abbracciare monsieur Perdu, ringraziandolo per aver condiviso con noi la sua storia.
Significa perdersi nelle descrizioni di una Francia incantata, di lavanda e pane caldo. Significa piangere per le ingiustizie che la vita decide di disseminare sul cammino di alcune esistenze. Significa sorridere ed emozionarsi accorgendosi che non è mai troppo tardi, non è mai impossibile ricominciare, rimettersi in gioco, scuotersi di dosso un'esistenza che non è vivere, ma solo sopravvivere. A fare da cornice i libri, con il loro immenso, sottovalutato, potere. I libri, capaci di tenere un'anima in vita. I libri, compagni fedeli di viaggio.
Non so come consigliarvi questo libro, vi dico solo che per me è stata una lettura incredibile.

Nota sull'autrice
Nina George è nata nel 1973 in Germania e ha iniziato la sua attività di scrittrice e giornalista nel 1992. Autrice di romanzi e racconti, ha vinto numerosi premi. Vive ad Amburgo con il marito scrittore Jens Kramer. Grazie al grande successo in patria, Una piccola libreria a Parigi sarà tradotta in più di venti Paesi nel mondo, compresi gli Stati Uniti.

La mia nota curiosa
E' possibile cliccare qui per vedere un mini booktrailer del libro.

Frase sottolineata
Ci sono romanzi che sono ottimi compagni di vita. Altri sono come ceffoni. Altri ancora come un'amica che ti avvolge in una vestaglia calda quando l'autunno ti fa sentire malinconico.


 VALUTAZIONE
- Sorrisi 
- Lacrime 
- Risate 
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia 


VOTO

Profumosità

Commenti

  1. Mi avevi già convinto con le pillole lasciate su facebook: è finito dritto dritto nei libri richiesti per Natale, e dopo aver letto la tua recensione spero ancora di più di trovarlo sotto l'albero :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero anch'io che ci sia sotto il tuo alberello! *-*

      Elimina
  2. L'ho regalato a mia mamma per Natale! Appena lo leggerà lei, lo farò anch'io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti va, a lettura ultimata, fammi sapere cosa ne pensi ;)

      Elimina
  3. La tua recensione non ha bisogno di altre parole per convincermi a leggere questo libro!

    RispondiElimina
  4. L'ho letto e recensito. Alcune parti non mi sono piaciute molto, ma nel complesso un bel romanzo! La dolcezza del finale mi ha riempito di sorrisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, Alessia :) E' un libro che ti lascia il sorriso sulle labbra e un retrogusto dolcissimo!

      Elimina
  5. Mi ispira tantissimo, finisce in wishlist *-*

    RispondiElimina
  6. Lo avevo già adocchiato e messo in WL!!! Mi sembra un libro davvero affascinante! ciao Buon Natale Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione Maria, questo libro ha un fascino tutto suo! felice Natale anche a te! un abbraccio :*

      Elimina
  7. bella recensione, avevo già il libro in WL e da poco ho preso l'ebook... Mi hai fato venire voglia di leggerlo, magari se mi piace così tanto come è piaciuto a te compro anche il cartaceo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Faith! :) secondo me prenderai anche il cartaceo! *-*

      Elimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari