#1 L'ultima lettera d'amore - Jojo Moyes

Rubrica settimanale ideata da me in cui vi presenterò le copertine 
che mi hanno conquistato al primo sguardo.

Una cosa che non vi ho ancora detto è che, da perfetta lettrice compulsiva, ho un approccio molto fisico ai libri, infatti oltre a perdermi nell'odore delle pagine, sono anche molto sensibile all'impatto visivo e alle sensazioni che i libri mi danno al tatto. Da queste mie piccole manie nasce una delle nuove rubriche, dedicata alle copertine che mi hanno conquistato al primo sguardo, influenzando molto l'acquisto di determinati libri. 
Questa è la prima che voglio presentarvi:

Presentazione del libro:
Titolo: L'ultima lettera d'amore
Autore: Jojo Moyes
Editore: Elliot
Formato: brossura
Londra, oggi. Ellie, una giovane giornalista che lavora per The Nation ed è perdutamente innamorata di un uomo sposato con cui sta vivendo una relazione complicata, durante una ricerca negli archivi del giornale a caccia di una storia che le eviti il licenziamento si imbatte in una lettera degli anni Sessanta: è di un uomo che chiede alla sua amante di lasciare il marito e partire con lui. Incuriosita dalla storia dei due sconosciuti e nella speranza di trarne un buon articolo, Ellie decide di fare ulteriori ricerche per riuscire a sapere cosa ne è stato di quell'amore...
Londra, 1960. La giovane e bella Jennifer si sveglia in un letto d'ospedale dopo un incidente d'auto in cui ha rischiato di morire. Non riesce a ricordare nulla: non sa più chi è, non riconosce l'uomo che dice di essere suo marito, il loro appartamento, gli amici comuni, la sua stessa vita. Un giorno però trova nella sua camera da letto una lettera nascosta in un libro, la lettera di un uomo che non è suo marito, e lentamente inizia a ricordare...
"L'ultima lettera d'amore" è la storia di due donne di età ed epoche differenti che si ritrovano unite dallo stesso irresistibile sentimento d'amore, grazie al quale trovano il coraggio di essere davvero se stesse.

Cosa mi ha colpito?
Innanzitutto i colori pastello, le tinte tenui e l'ambientazione vintage.
Ha catturato la mia attenzione la lettera che si intravede sullo sfondo e le ortensie di cui, casualmente, conosco il significato nel linguaggio dei fiori: addio, distacco. Significato che stride con l'atmosfera romantica dell'immagine ma si sposa bene con il titolo. Infine la copertina opaca e un po' stinta, come una vecchia foto. 
Ammetto di aver letto la trama sapendo già che l'avrei acquistato.
Impressioni post-lettura
E' ancora in attesa di essere letto.
E voi vi fate influenzare dalle copertine? Conoscete o avete letto questo libro? 

Commenti

  1. Io mi faccio influenzare molto dalle copertine, dai colori, dalla grafica, dai tratti, addirittura dall'odore e lo spessore della carta. Questa di JoJo Moyes è davvero bella.

    RispondiElimina
  2. Stefania, in "cosa mi ha colpito" mi hai fatto venire i brividi. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Laura *-* è bello riuscire a trasmettere un po' delle nostre sensazioni...

      Elimina
  3. Che bella questa rubrica, Stefania!! Anche io ho comprato o preso in prestito in biblioteca dei libri solo per la loro copertina, è una cosa più forte di me!! Adoro in particolare le copertine con qualcosa in rilievo o, meglio ancora, quelle che hanno delle parti lucide e altre "satinate" (hai capito quali intendo? Non so come si chiami la tecnica)... li accarezzerei ore, tipo antistress!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhah rido perché è incredibile quando trovi altre persone con le tue stesse manie!!! anch'io amo quel tipo di copertine, con parti lucide/opache >.< forse agli occhi di tanti non siamo poi tanto normali, ma w le manie da lettrici compulsive! amare i libri è così bello! ^-^

      Elimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari