Recensione 'Una sera a Parigi' di Nicolas Barreau

 
TITOLO: Una sera a Parigi
AUTORE: Nicolas Barreau
EDITORE: Feltrinelli
PAGINE: 251
GENERE: letteratura straniera rosa
PREZZO: 15.00 €
eBOOK ita: 9.99 €

Alain, proprietario di un piccolo cinema storico nel cuore della Ville Lumière, si innamora di una ragazza che ogni mercoledì si presenta allo spettacolo della sera e si siede nella fila diciassette. Di lei sa ben poco: indossa sempre un cappotto rosso, ha i capelli color caramello e ama i vecchi film d'amore.
Quando Alain trova finalmente il coraggio di aprirle il suo cuore i due vivono un appuntamento perfetto. Ma da quella sera accade qualcosa di inaspettato: Melanie sparisce e Alain non sa più come rintracciarla.
Mentre leggevo questa storia non riuscivo a non pensare che avrebbe potuto benissimo trattarsi del copione di una commedia romantica, di quelle sdolcinate, in cui equivoci improbabili rimandano il lieto fine e in cui la protagonista si trova coinvolta in delle vicende non esattamente ordinarie.
Quindi un po' troppo rosa per i miei gusti e dialoghi a volte davvero banali.
Tuttavia ci sono delle cose che ho apprezzato molto, come il tocco retrò che pervade tutta la storia e le magiche atmosfere parigine. A tal proposito penso che dovrebbero apporre un'avvertenza sulla copertina:
ATTENZIONE
La lettura di questo libro può causare una voglia irrefrenabile di partire per Parigi!
La prosa è scorrevole. Lettura leggera e romantica senza troppe pretese.

La mia nota curiosa:
Si pensa che lo schivo e riservato autore del libro, Nicolas Barreau, sia in realtà solo un'invenzione commerciale della casa editrice tedesca che pubblicò il suo primo libro.

Frase sottolineata:
"Mi fermai circa a metà ponte, sotto uno dei lampioni, e quando guardai la Senna non potei fare a meno di perdermi nella magia di quel momento: l'aria era tiepida e dorata. e la vista che spaziava sul fiume mi riempì di un senso di bellezza e vastità. [...] Feci un respiro profondo, la testa finalmente sgombra tranne un unico pensiero: andrà tutto bene. Il cielo si tinse di lavanda e Parigi si trasformò in una città incantata, sospesa da terra."
VALUTAZIONE

- Sorrisi  
- Lacrime   
- Risate
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia  

VOTO:
   
Profumosità:

Commenti

  1. Bellissimo blog... complimenti anche per la pagina facebook... questo libro non l'ho letto... ma i due precedenti di n.barreau si ("gli ingredienti segreti dell'amore","con te fino alla fine del mondo") E mi ritrovo con la recensione... sono fantastici proprio perche' ti permettono di vivere Parigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille *-* io ho letto anche 'Gli ingredienti segreti dell'amore' e l'ho preferito a questo, ho trovato la storia più originale! :)

      Elimina
  2. Io ne ho uno di questo autore, non ricordo il titolo però :-)
    Non l'ho ancora letto, ma credo che come lettura estiva sia perfetta!!! Non amo nemmeno io i libri troppo sdolcinati (giusto per partecipare a Mastereader ho letto Nicolas Spark, ma non lo farò mai più).
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sparks è decisamente troppo! :D Anch'io lo consiglio come lettura da ombrellone, estate permettendo >.<

      Elimina
  3. Ho letto "Gli ingredienti segreti dell'amore" di Barreau e posso dire che una delle cose che ho apprezzato di più è stata proprio l'atmosfera parigina.

    RispondiElimina
  4. Ho letto anche questo e mi sono innamorata anch'io di Alain. Ah che bello un uomo romatico come lui!
    Questo libro mi ha lasciato un buon ricordo, penso lo rileggerò presto e ne parlrò anche da me.
    Grazie per aver ridestato questo piccolo, magico ricordo.
    Ciaoooo
    Laura

    RispondiElimina

Posta un commento

Diventa lettore fisso
del blog.

Post più popolari