Recensione 'Il ladro di anime' di Sebastian Fitzek


TITOLO: Il ladro di anime
AUTORE: Sebastian Fitzek
EDITORE: Elliot
PAGINE: 300
GENERE: thriller
PREZZO: 17.50 €
eBOOK ita: non disponibile

Il ladro di anime è un libro che mi ha letteralmente rapita dalla prima all’ultima pagina. Uno di quei libri che non si riesce ad accantonare e che, se proprio si è costretti a farlo, rimane in testa come un sottofondo, un film lasciato a metà, una faccenda rimasta in sospeso. Si tratta di uno psychothriller tedesco e l’impostazione oltre ad essere un espediente originale, rapisce fin da subito il lettore. L'impressione iniziale è infatti quella di trovarsi tra le mani una cartella clinica il cui contenuto ci catapulta in una clinica tedesca dove, la vigilia di Natale, il personale e i pazienti stanno per vivere un incubo: uno psicopatico noto appunto come ‘Il ladro di anime’ si trova all’interno della struttura. Tra i pazienti Caspar, un uomo misterioso affetto da amnesia totale che nel corso della narrazione si troverà a fare i conti con la sua identità. Non vi svelo altro di questa trama labirintica che capovolgerà più volte le vostre convinzioni. Lettura fluida e coinvolgente, a tratti claustrofobica, che incatena ad una storia fatta di dettagli inquietanti, interrogativi, suspense e colpi di scena. Finale sorprendente.

La mia nota curiosa:
Probabilmente per chi è avvezzo al noir risulterà una lettura (quasi) tranquilla. Io, che amo i thriller ma fino a un certo punto, leggendolo a notte fonda mi sono trovata più volte ad accendere la luce e svegliare mio marito. Cose da lettrice, fifona.

Frase sottolineata:
"Questa volta udì anche il cigolio stridulo dei binari, dopo di che il fumo acre della locomotiva tornò a riempirgli il naso. Aprì gli occhi e il treno dei ricordi arrivò."



VALUTAZIONE

- Sorrisi 
- Lacrime 
- Risate
- Suspense 
- Brividi 
- Rabbia 

VOTO:
 
Profumosità:

*La scala dei voti va da 1 a 5*

Commenti

  1. Stefania, ho finito di leggerlo ieri sera!! Mi ha tenuta incollata per due sere di fila, è davvero incredibile come non si riesca a smettere!! Ti chiedo una curiosità: anche nel tuo libro c'era un post-it giallo, nel capitolo successivo a quando il professore (avevo intuito fosse Caspar) dà un post-it ai due studenti con la sua mail? La cosa mi ha messo un senso di inquietudine!! :-O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì Raffa, c'era anche nel mio e non ti nego che mi è preso un colpo quando l'ho visto xD sono contenta ti sia piaciuto!!! :**

      Elimina
    2. Ciao sono Chicco . Complimenti per il blog,davvero carino.Ho letto due libri di Fitzek ,sono un amante del genere ,devo dire che per me è stato una rivelazione .Non sono riuscito a smettere fin quando ho terminato.Concordo con Raffa l'atmosfera che riesce a generare durante il racconto mi ha molto coinvolto.Mi sono dato una pausa , ma ho intenzione di leggere le altre sue opere.Grazie per il tuo lavoro ,ciao Stefania

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari

Diventa lettore fisso
del blog.